[Repost]6 cose che non farebbe un negoziante (e che non dovrebbe fare un blogger)

cart.jpgOttenete un ricavo dal vostro blog? Se la risposta è sì, avete un negozio online. Che vendiate un prodotto o offriate un servizio, che vi paghino in contanti o attraverso il pay per click, avete un negozio online. I vostri lettori sono i (potenziali) clienti. Come cliente io stesso, ritengo alcune cose molto pregiudiziali per un negozio. Vediamone alcune insieme.

  1. Il negozio all’improvviso chiude per una settimana, senza ragione apparente:
    Vi è mai capitato di andare a un negozio e trovarlo chiuso un giorno feriale in orario di apertura? E magari di tornare la settimana dopo e trovarlo ancora chiuso? Se vi è successo quasi sicuramente non siete tornati più e avete cambiato fornitore per quel particolare prodotto. Se è così, cosa vi fa pensare che potete non aggiornare il blog per una settimana o più? Dovete essere costanti, se pensate che aggiornate varie volte alla settimane è troppo, aggiornate meno, ma siate costanti. Ci sono blogger che aggiornano una volta alla settimana, con post più o meno lunghi (Steve Pavlina e Paolo Attivissimo per fare 2 esempi) e lo stesso hanno una base fedele di lettori che attende i loro post. Se siete all’inizio comunque vi suggerisco di postare quanto più possibile. Considerate incluso di scrivere vari post prima di aprire il blog, in modo da poter scrivere con calma i nuovi post mentre pubblicate quelli già scritti.
  2. Il titolare del negozio non risponde alle vostre domande:
    Scocciante, vero? Siete lì che cercate di attirare l’attenzione del titolare e questi sembra non vedervi nemmeno e sta facendo tutt’altra cosa. Lo stesso devono provare i vostri lettori quando non rispondete ai loro commenti o alle loro mail. Se avete 300 commenti per post non dovete certo rispondere a tutti, però una capatina ogni tanto per dare una risposa multipla o rispondere ai commenti più interessanti dovreste farla. Lo stesso con le mail. Inoltre via mail potete stringere relazioni migliori con altri blogger e lettori.
  3. Il negoziante è oltremodo scortese, critica i clienti e gli altri negozianti:
    Personalmente se vado a comprare in un negozio e vengo trattato male non tornerò più a comprare lì. Anzi, lo sconsiglierò ai miei amici. Lo stesso avviene col blog; ricordate che i lettori sono clienti del vostro servizio o prodotto e vanno trattati bene. Se trattate bene i lettori questi si sentiranno a loro agio e diventeranno fedeli e attivi nel vostro blog. Non criticate senza un motivo molto valido (plagio, spam o insulti) altri blogger.
  4. Il negozio vende materiale vecchio/scaduto/fuori moda:
    Non che io sia una fashion-victim, ma se si tratta di un blog mi piace che sia sempre aggiornato e con contenuto di qualità. Se entro e trovo la solita lista di cose trita e ritrita, il solito video o il solito quiz, difficilmente aggiungerò il blog al mio feed reader e tornerò a visitarlo.
  5. Il negoziante cerca di vendervi cose inutili e non convenienti:
    Spero non vi sia mai successo che un negoziante abbia cercato di vendervi qualcosa che non vi serviva, o peggio abbia cercato di rifilarvi una fregatura (o come si dice a Roma una sóla). Certamente non vi siete fatti una buona idea di quella persona. Allo stesso modo un blogger deve essere etico e corretto. Fare blogging è prima di tutto dare e ricevere, costruire relazioni durature con altre persone, aiutare e linkare. E’ assolutamente contrario allo spirito blogger cercare di truffare, trovare sotterfugi per avere un paio di link in più, vendersi per quello che non si è, non mantenere le proprie promesse o non onorare i propri principi. Veramente tutto ciò è contrario ai principi del buon senso e del buon vivere, ma manteniamoci nei limiti del blog, per consigli su come vivere meglio date un’occhiata a Zen Habits 🙂
  6. Il negoziante non ha idea di cosa vi sta vendendo:
    Poco professionale, non credete? Se qualcuno cerca di vendermi qualcosa e non sa rispondere alle mie domande o peggio non ha una idea personale del prodotto e non l’ha mai provato, non mi convincerà. Se volete scrivere con proprietà dell’argomento del vostro blog informatevi, leggete, documentatevi. Giorno dopo giorno. Leggete e studiate i grandi blog della vostra nicchia e poco a poco riuscirete a carpirne i segreti e poter trasmettere quello che avete imparato.

Ci sono altri aspetti che andrebbero menzionati? Vi sembrano appropriati quelli che ho esposto io? Suggeritene altri nei commenti.

2 Comments
  1. Reply
    ZicZac.it, clicca qui e vota questo articolo! 24/03/2008 at 08:29

    Questo articolo è stato segnalato su ZicZac.it….

  2. […] 6 cose che non farebbe un negoziante e che non dovrebbe fare un blogger: Un interessante parallelo tra un negozio fisico e uno online dimostra che la differenza tra un negozio e un blog non è poi così tanta. Come iniziare un blog (nella maniera più corretta): Un consiglio ai blogger alle prime armi. La prima impressione è quella che conta, attenti al primo post del vostro blog. Less is more: quando meno è più: I vantaggi di un approccio minimalista al blog, non solo nel design. Perché giovane blogger non blogga più: l?esordio di Giovane Blogger nel blog. È un niubbo e non ne azzecca una. […]

Leave a reply