L’importanza del trend del blog

Chi mi segue sa che controllo abbastanza le statistiche e controllo i numeri. I numeri non mentono, a volte sono crudi, a volte sono musica celestiale però sono sempre sinceri. A parte il fatto che la TOS (Terms of Service) di Google non permette rendere pubblici i propri risultati su AdSense, c’è un altro motivo per cui non rivelo i numeri ma calcolo in base a percentuale di incremento o di perdita.

Il blog ha 7 mesi ora e i primi mesi sono stati di rodaggio. Ho un dominio proprio da soli quattro mesi e sinceramente sfido chiunque a fare soldi in buona quantità in tre mesi (ho iniziato con AdSense il 30 gennaio). Gli introiti sono quindi ancora abbastanza bassi, vi annunciavo un paio di giorni fa che avrò l’assegno da Google con i prossimi pagamenti della grande G. Dicevo, calcolo in percentuale perché in questo momento del blog non contano i numeri veri e propri ma conta il trend del blog. Trend è un termine che vuol dire direzione.

Se avete un blog da poco tempo, se guadagnare una manciata di dollari al giorno e vi state chiedendo chi ve lo fa fare e se vale la pena metterci tanto impegno per così poco, distogliete lo sguardo dai numeri e guardate le statistiche con una visione più ampia. Guardate il trend del blog. Se il trend è positivo e i numeri, seppur bassi, aumentano di mese in mese, tenete duro e datevi tempo perché il blog sta andando nella direzione giusta.

Non importa quanto fate all’inizio sempre se fate qualcosa e questo qualcosa oggi è un po’ più di ieri. Che sia una crescita esponenziale o costante l’importante non sono i numeri in sé ma il trend del blog.

Voi come calcolate la crescita del blog? Vi deprimete di fronte a numeri bassi? Cambiate prospettiva e pensate in percentuale, specie se siete agli inizi.

5 Comments
  1. Reply
    Raffaele Ciruolo 27/04/2008 at 10:54

    Mi è capitato di scoraggiarmi di fronte a guadagni bassissimi, ma il trend è positivo e questo mi stimola a tenere duro.

  2. Reply
    Guadagnare 27/04/2008 at 12:59

    Hai proprio ragione ti quoto…ho piu voglia di scrivere su un blog dove ho meno visite che su uno che mi rende uno stipendio ^^

  3. Reply
    alessandro rocchi 28/04/2008 at 12:43

    ma poi gli introiti di adsense vanno pure inseriti nella dichiarazione dei redditi vero?

  4. Reply
    FabioG3 28/04/2008 at 12:50

    @Alessandro: Esatto, come tutte le entrate percepite in un anno.

  5. Reply
    Falsomagro 02/05/2008 at 20:27

    Se si dovesse bloggare per i guadagni si rischia di entrare in depressione prima di vedere qualche soldo sostanzioso. A me è capitata un piacevole sorpresa con i post sulla suoneria della Bella Topolona, con Google che mi metteva proprio il suo banner e la gente che cliccava, ma son state giusto due settimane buone per tirarmi su il morale e basta 😉

Leave a reply