Se volete mollare tutto, leggete questo post

Gli inizi per un blog sono sempre entusiastici. Il blogger ha molte idee, voglia di fare, e sogna già il momento in cui guadagnerà sufficientemente per poter lasciare il suo lavoro e fare il blogger a tempo pieno. Mano a mano che le cose vanno avanti, iniziano a farsi più difficili. Se avete un blog solo per passione personale e non volete farne un business probabilmente ciò non accadrà (o meglio non sarà importante per voi e non lo noterete), ma se avete un obbiettivo che non sia raggiungere quattro lettori, probabilmente sì. In questo post non parlo per esperienza personale, il blog ha solo 6 mesi, però ho letto parecchio sul tema perché so che prima o poi verrà il momento in cui inizierò a dubitare delle mie capacità di blogger e del mio blog. Allo stesso tempo, visto che presumibilmente accadrà anche voi, vi posso mettere sull’avviso e darvi un paio di consigli che applicherò anche nel mio caso, prima che sia troppo tardi.

Come dicevo le cose inizieranno a farsi più difficili. Raggiungere alcuni lettori, ottenere commenti e, nel caso di chi vuole monetizzare il blog, racimolare qualche dollaro, non sono compiti troppo proibitivi. Ma se le cose non cambiano per un certo periodo di tempo, le visite non aumentano, gli abbonati nemmeno, commentano sempre le stesse persone e continuate a ricevere solo un paio di clic al giorno sugli AdSense, potrebbe subentrare un senso di sconforto. Questo è il momento più basso del blog e se riuscirete a superarlo dopo andrà sicuramente meglio. E’ il punto in cui i blogger poco convinti lasciano e in cui le vostre doti di determinazione e motivazione verranno messe alla prova.

Per alcuni effettivamente sarà un bene lasciare. Non voglio dire che tutti i blog e tutti i blogger hanno le carte in regola per avere successo e, superato il primo momento di sconforto, raggiungeranno grandi risultati. Alcuni blogger forse farebbero meglio a canalizzare i loro sforzi in altre attività o ridimensionare il proprio blog, magari tenendolo solo a scopo personale.

In compenso altri perderebbero molto se si lasciassero abbattere dal fatto che il blog non si muove. È una cosa quasi fisiologica, e la differenza tra un blog normale e un blog di successo sta nel voler tirare fuori da questo limbo il blog. Come si fa? Duplicando gli sforzi, senza farsi abbattere e continuando a produrre contenuto di qualità. Non fate l’errore di pensare che quello che scrivete non è buono e che non vale la pena scrivere. Se siete depressi riguardo il vostro blog e non aggiornate, entrerete in una spirale dalla quale sarà difficile uscire. Siate positivi: Rileggete i commenti positivi che avete ricevuto, rileggete le mail ricevute da altri blogger, rileggete i vostri migliori post. Continuate a produrre contenuto di qualità e non fatevi vincere dalla voglia di mollare tutto. La maggior parte dei blog chiudono (o vengono abbandonati) dopo pochi mesi. Secondo i blogger più famosi ci vuole più di un anno per raggiungere un minimo di successo, in media. Non giudicate tutto il vostro valore di blogger dai primi mesi.

Quando arriverà anche per me il momento di abbattimento, rileggerò questo post.

16 Comments
  1. Reply
    Rino 07/04/2008 at 10:41

    In tutte le cose della vita ci vuole costanza, determinazione e coraggio per andare avanti, anche a discapito dei piccoli insuccessi. Se c’è talento e buone idee, il risultato sarà evidente.

    Rino,augurando buona settimana.

  2. Reply
    FabioG3 07/04/2008 at 11:46

    Qualcuno di voi è già andato incontro a quello che dico nel post? Vuole dirci come è andata?

  3. Reply
    Vale 07/04/2008 at 12:30

    Io sono in un momento di scarsissimi aggiornamenti, ma più che altro perché sono impegnatissimo con l’università e ho a malapena il tempo per dormire.
    E piuttosto che postare male ho preferito diminuire la frequenza…

  4. Reply
    GSO 07/04/2008 at 13:07

    Con questo post mi confermi quanto scritto nel mio ultimo post 😉
    bravo complimenti!

  5. Reply
    Stefano 07/04/2008 at 13:48

    Boh… Io vado a tocchi… Ci sono giorni con tantissimi visitatori e giorni totalmente piatti… Non mi scoraggio comunque: io gestisco un blog riguardo la lingua genovese e la sua cultura (e tutto ciò che più o meno riguarda Genova e la Liguria), e ho ricevuto anche commenti di genti più o meno famose (almeno per noi genovesi!), iscritte anche a partiti politici locali…

  6. Reply
    Matt Brolyen 07/04/2008 at 15:47

    Purtroppo io ci sono passato eccome, vedo altri blog aperti da 4 mesi che hanno già toccato i 100000 visitatori mentre io che ho il blog ormai da 6 ho molte meno visite… mi demoralizzo, vado in crisi ecc… però cerco di tenere duro e di postare almeno due volte al giorno, e cmq io il blog lo terrò sempre, non lo abbandonerò MAI. Anche se non farò mai successo perchè come hai detto tu, quando poi ritorni a leggere i tuoi stessi post sei comunque soddisfatto… commenti positivi o meno.

  7. Reply
    FabioG3 07/04/2008 at 16:20

    @Matt: No me lo dire che mi deprimo 🙂 Spero solo che almeno abbia visto un blog in inglese e non in italiano… 🙁

  8. Reply
    FabioG3 07/04/2008 at 16:21

    @GSO: Grazie per la segnalazione!

  9. Reply
    Matt Brolyen 07/04/2008 at 19:57

    Nono… purtroppo, sono due blog italianissimi e non sto parlando di geekissimo, dissacration e simili. Poi uno tra i due ha ben 300 iscritti al feed… e ha il blog da novembre 2007! Cmq io gli ammiro molto i blog così e più vedo i blog semplici che scalano la vetta e più mi convinco che non esistono regole per il successo nella blogosfera…

    Ovviamente però ci sono varie regole per migliorare la propria attività di blogger, e in questo tu sei un maestro 😉

  10. Reply
    FabioG3 07/04/2008 at 23:45

    @Matt: E dicci, dicci… quali sono questi blog, sarebbe interessante studiare perché hanno fatto successo…
    Troppo buono, troppo buono 😉

  11. Reply
    Matt Brolyen 08/04/2008 at 14:02

    Allora il primo è generazione internet, sono sicuro che lo conosci anche tu, e il successo se lo merita davvero tutto! Ha un modo di scrivere elegante e perfetto al punto giusto 😉

    L’altro invece è Ilaria Lab, nato da circa 6 mesi che ha festeggiato le 100000 visite in suo recente post… poi un altro bellissimo blog che sicuramente farà sucesso è al verde.net, che recentemente ha fatto un pesce d’aprile che mi ha davvero terrorizzato! In pratica in un post affermava di aver raggiunto i 10408 lettori al feed solo nel primo mese di attività 😀

  12. Reply
    FabioG3 08/04/2008 at 14:38

    @Matt: Generazione Internet lo conosco… (guarda nel suo Blogroll alla voce “consigliati dalla redazione” e nel mio BlogRoll 😉 )
    IlariaLab invece non lo conoscevo ma è veramente ben fatto, begli articoli e aggiornamento quotidiano.
    Furbissimo Alverde.net, è provato che mostrare di avere molti lettori via feed incrementa ulteriormente il contatore, bella mossa, tanto era 1º Aprile!

  13. Reply
    Matt Brolyen 08/04/2008 at 16:50

    Ci ho pensato spesso anchio di metterci una img con tanto di link a feedburner e scriverci qualcosa tipo 346, 374 lettori iscritti, sono sicuro che funzionerebbe eccome… però voglio essere onesto e non fare queste furbate qui, anche perchè se uno poi ti becca e lo dice in giro, ti ritrovi tutta la blogosfera contro (dopo si chè diventi famoso, ma in maniera un pò negativa 😀 )

  14. Reply
    FabioG3 08/04/2008 at 17:53

    @Matt: Per quello dicevo bella mossa di Alverde… Il 1º Aprile è ammesso tutto (o quasi)

  15. Reply
    Matt Brolyen 08/04/2008 at 21:14

    Sisi infatti non volevo criticare alverde.net, il suo scherzo è stato geniale e originale! Tralaltro ci sono cascato in pieno, poi qualcuno per fortuna nei commenti se ne accorto perchè stavo già pensando di farci un articolo! 😀

    Io come pesce d’aprile volevo fare: “Microsoft compra Yahoo” però non l’ho fatto perchè pensavo l’avesse fatto già qualcunaltro… 😀

  16. Reply
    Antony 19/01/2015 at 19:46

    Eccomi, sono proprio io una di quelle persone. è iniziato tutto con la grafica, non con i contenuti, ho cambiato template ogni 3X2… da quando avevo 14 anni… ho cambiato sempre tantissimo perdendo 6 anni, ora a 20 anni sto mettendo su qualcosa di abbastanza solido, spero di aver fatto tesoro delle esperienze precedenti.

    Inoltre un blogger deve combattere anche contro chi lo odia(io conto più di 10 attacchi hacker ad un mio sito)… !!!

    In bocca al lupo a tutti cari colleghi

Leave a reply