Un post al giorno – Considerazioni

Domani è fine mese e, con l’ultimo post, finirà l’esperimento di postare un articolo al giorno durante tutto aprile. Vi dico subito che l’esperimento, nel complesso è stato un successo: ho incrementato di 75 unità il numero dei lettori via feed, aumentato la media di visite giornaliere e stabilito il record personale anche per quanto riguarda AdSense. Mi sento quindi di poter dire, con questi dati, che postare una volta al giorno è sicuramente un beneficio per qualsiasi blog.

Faccio un piccolo resoconto di come è andata. Dal brainstorming fatto ad inizio mese ho dovuto togliere alcuni spunti per i post. Nel momento di creatività in cui mi sono venuti in mente sembravano tutti ottimi ma poi qualcuno l’ho tolto perché mi sembrava troppo “debole”. Questo mi ha portato a due fasi: all’inizio non ho avuto assolutamente problemi a scrivere post, anzi sono arrivato a scrivere post che sarebbero usciti dopo tre giorni dalla stesura, a fine mese ho avuto più problemi ma, visto che avevo promesso un post giornaliero, mi sono obbligato a scrivere anche se alcune volte ho fatto molto tardi. Due consigli quindi per chi volesse fare l’esperimento in proprio:

  • Fate brainstorming all’inizio ma occhio alle “troppe idee” con il rischio di farsi trasportare e doverne toglierne qualcuna in seguito. Meglio farlo in due fasi, visto anche che qualcuno (Traffyk ) ha trovato i post troppo uguali tra loro. Potete farne quindi una sessione a inizio mese e una a metà per garantirvi post per tutti i giorni.
  • Dichiarate che farete un post al mese. Facendo così sarete più motivati a postare tutti i giorni visto che avete dei “testimoni”.

Le attualizzazioni frequenti hanno portato anche a una migliore indicizzazione da parte di Google, a cui piacciono i blog che aggiornano spesso con contenuto originale.

Scrivere tutti i giorni è comunque un impegno pesante, bisogna trovare spunti nuovi e interessanti e scrivere contenuto di qualità tutti i giorni. È certamente una cosa da fare anche se magari solo agli inizi, per farsi notare, incrementare i lettori via feed e creare un piccolo gruppo di fedelissimi. Se ancora non avete un blog o volete aprirne uno nuovo considerate la possibilità di scrivere 30 o più post prima di aprirlo, per essere sicuri. Potete farlo anche se già avete un blog e, come me, volete dargli una scossa, se non volete che si areni in un punto o se volete spingerlo ulteriormente e non sedervi sugli allori.

E siccome ogni blog e ogni blogger è diverso dagli altri, quello che va bene a uno può non andare bene a un altro ed è un bene vedere sempre le cose da differenti punti di vista, potete leggere quest post sul “meno è più” per valutare i vantaggi di postare meno.

8 Comments
  1. Reply
    Mirko D'Isidoro 29/04/2008 at 10:28

    Sicuramente postare tutti i giorni in maniera costante non può che aumentare la fidelizzazione dei navigatori, traffico e abbonati al feed rss.

    A lungo termine, come hai tu stesso notato, è dura per un solo autore riuscire a scrivere post di qualità in maniera costante nel tempo.

    Bisogna quindi, secondo me, decidere e seguire una linea editoriale fin dalla nascita del blog.

    Esempio:
    – il sabato la rubrica settimanale.
    – il lunedi un articolo sui libri consigliati
    – il martedi un post su un tutorial audio o video
    – etc.

    Nell’arco deil tempo, poi si potrebbero creare delle colalborazioni con altri blogger con guest poster o simili.

    Nel momento in cui si monetizza in maniera concreta, si può poi decidere di pagare uno o più autori per aumentare a più di un post al giorno di qualità.

    credo che questo percorso sia stato fatto ad esempio da Geekissimo (un nome a caso 😉 ).

    Seguendo una logica del genere non si potrà fare altro che uscire all’esterno con la serietà di pubblicazione di una testata giornalistica, ma con il vantaggio di essere un blogger e non un giornalista che è costretto a scrivere per compiacere qualcuno ;).

  2. Reply
    FabioG3 29/04/2008 at 10:46

    @Mirko: Grande, come sempre commenti interessanti e ben articolati 🙂

  3. Reply
    Raffaele Ciruolo 29/04/2008 at 12:12

    Ultimamente ho provato a postare anche due o tre volte al giorno e ho riscontrato un notevole aumento
    dei visitatori e degli iscritti via e-mail (anche perchè Feedburner invia non più di una e-mail al giorno, contenente tutti i post pubblicati in quella giornata).

  4. Reply
    Alessandro Cosimetti 29/04/2008 at 14:38

    Ciao Fabio,

    anche per me domani sarà il primo mese con 1 post al giorno. 🙂

    A marzo invece ho saltato 1 giorno!

    Ho notato un incredibile aumento dei miei iscritti alle liste della mailing list, ai feed, ma soparttutto una maggiore visibilità su Google (per i motivi che tu giustamente hai commentato).

    Oltre tutto, le visite giornaliere sono raddopiate con tutti i vantaggi che può comportare (ad esempio AdSense).

    Il mio problema in passato era scrivere post troppo lunghi.

    Ora riesco a scrivere 2-3 post cosa che prima magari non facevo, assemblando tutto in un unico articolo.

    Alessandro

  5. Reply
    DadoBonsai 29/04/2008 at 15:22

    Molti dicono di lasciare il post per molti giorni sul blog senza sostituirlo quotidianamente con un altro. Voi dite di aver visto un incremento se postate una volta al giorno… Sono confuso 8-|

  6. Reply
    Traffyk 29/04/2008 at 15:38

    L’idea di Mirko mi piace, almeno così si prefiggono degli obiettivi multipli e si estende un pochino la nicchia 🙂

    Gli ultimi tuoi post Fabio sono stati davvero molto belli direi chi precedenti li hai utilizzati come scaldapista 😛

    @Dado: dipende, speesso adsense, soprattutto su argomenti meno diffusi, ci mette un pochino a ottimizzare gli annunci per bene e per questo motivo che quindi spesso può accadere di guadagnare di più con un blog più statico.

    Ovviamente se non ci si discosta dall’argomento del post precedente non c’è bisogno di preoccuparsene altrimenti è necessario un piccolo periodo di “reistruzione”.

  7. Reply
    FabioG3 29/04/2008 at 15:45

    @DadoBonsai: Se vuoi lanciare un po’ il blog ti consiglio quanti più post possibili (senza esagerare…) Poi dipende dal tipo di blog anche, uno di notizie deve essere aggiornato anche più volte al giorno, uno su cose non tecnologiche può permettersi di fermarsi, anche qui però senza esagerare… E poi va anche a gusto (e tempo) del blogger, non c’è una regola fissa.

  8. Reply
    FabioG3 29/04/2008 at 15:47

    @Traffyk. Grazie Traffyk, ci tengo alla tua opinione, mi ero preoccupato che gli ultimi post li avevi trovati tutti uguali…

Leave a reply