Domande e risposte – Ronda 2

Domande e risposte - Ronda 2

Torna l’appuntamento settimanale con le risposte alle vostre domande. Questa settimana le domande sono solo quattro, ma visto che ho promesso rispondere a tutte, eccole qui:

Tre sono di Spazio GeeK:
1) Oltre ai vari blog, hai o pensi di avere in futuro un sito non basato su piattaforme di blogging?
2) Oltre al guadagno, quali sono gli altri argomenti su cui ami scrivere?
3) Secondo te è meglio scrivere post brevi o post lunghi? (So che li preferisci lunghi, i post, ma per altri argomenti, quale sarebbe la lunghezza ideale?)

1) Per il momento no. Non vedo grosse novità in arrivo.
2) Non scrivo molto altro. Tre mie passioni sono il calcio, internet in generale e la fotografia.
3) Dipende. Non è che mi piacciono i post lunghi, mi piace sviscerare bene l’argomento. Se potessi dire le stesse cose con meno parole non avrei problemi a farlo. Dipende anche dall’argomento, non credo ci sia una lunghezza ideale. Ho sentito blogger dire che sopra le 250 parole il lettore si stanca, credo che su GuadagnareConUnBlog non succeda (non perché sia unico, ma perché è l’unico che possa verificare). Confermate?

effeci articola molto la sua domanda:
I blog WordPress danno la possibilità di registrarsi come semplici sottoscrittori (parlo solo di questo livello, non degli altri come autore, amministratore eccetera) col vantaggio, secondo me di dubbia utilità, di identificare subito i commenti.Pensavo che si potrebbe adottare per dare la possibilità a chi si registra di non vedere i blocchi Adsense – come è noto col plugin Whydowork o con WhoSeeAds è possibile non vedere i blocchi pubblicitari se si è effettuato il login. Potrebbe essere un ulteriore modo per fidelizzare i lettori oppure risulta eccessivo visto che già c’è la sottoscrizione ai feed?
(Con la registrazione poi ci potrebbe essere anche l’opportunità per chi si registra di accedere a pagine o sezioni private).


Bella domanda… Credo però che sia inutile registrarsi per evitare di vedere i commenti perché per la stessa cosa ci sono i feed che sono anche più comodi (come dici anche tu) e la pagina e le sezioni private sono darsi la zappa sui piedi: il contenuto buono devi mostrarlo a quanta più gente possibile, non renderlo accessibile a pochi…

Se volete altre risposte Pigi di Digg-it.info mi ha intervistato. Ecco le domande e le risposte qui.

Anche questa settimana vi invito a lasciare le vostre domande, dubbi o curiosità nei commenti a questo post, sperando di raggiungere un numero di domande più alto della settimana scorsa…


Prima di andare via fai qualcosa

Per te

Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter gratuita e non perdere gli articoli più interessanti

Per gli altri

Hai trovato il contenuto interessante? Condividilo con i tuoi contatti, potrebbe essere utile anche a loro.

8 Commenti
  1. Reply effeci 25/10/2008 at 11:21

    Eheheh, in effetti sono stato un tantino verboso :)

    Comunque hai fugato i miei dubbi: per fidelizzare bastano i feed; altri mezzi risulterebbero eccessivi.

    Sulla lunghezza dei post: è vero che potrebbe essere stancante, ma se un articolo deve essere lungo perchè lo richiede non bisogna farsi problemi. In fondo basta spezzare il post in paragrafi per alleggerirlo, no?

  2. Reply GuadagnoBlog 25/10/2008 at 14:57

    Io ho creato alcune pagine private del mio blog, permettendo l’accesso solo a chi si registrava alla mia Members Area. E’ una scelta, finora ho raccolto più di 50 email e nessuna cancellazione dalla newsletter. Dipende se ti interessa di più diffondere ma non avere niente in cambio (tranne forse click sugli Adsense) o richiedere in cambio una mail per poi pubblicizzare prodotti che magari sono più mirati per un determinato target. In ogni caso, come ho scritto nella squeeze page della Members Area di GuadagnoBlog.com (di cui vado fierissimo 😀 ) la pubblicità non sarà mai invasiva (tant’è che non mi ricordo mai di mandarla…). Se crei un’area privata, però, devi offrire qualcosa di sostanzioso in cambio e non solo la possibilità di non vedere più gli Adsense… o almeno io mi iscriverei per qualcosa di più…

  3. Reply effeci 25/10/2008 at 15:24

    Il mio discorso partiva dagli Adsene perchè noto spesso un certo fastidio da parte di alcuni per i blocchi di pubblicità, ma voleva arrivare all’offerta di qualcosa in più per chi si registra.

    La cosa mi frullava in testa (per un altro blog, non per quello in firma qui), ma temo che possa essere un deterrente per alcuni.

  4. Reply Raffaele Ciruolo 25/10/2008 at 21:20

    Io credo che i post troppo lunghi scoraggino molti lettori. Tuttavia ho avviato una collaborazione nonostante mi siano stati richiesti articoli di una lunghezza minima di 1000 caratteri.

  5. Reply Anel 25/10/2008 at 21:35

    Grazie a digg-it per avermi citato nell’articolo, eh si sono molto fortunato :). Per la scuola..ho ricominciato ad andarci un po’…vediamo

    p.s. sono Anel di SpazioGeek

  6. Reply Gio 26/10/2008 at 15:45

    @Anel: Fai bene a riandarci, senza un titolo di studio (liceo o instituto) non si va da nessuna parte…

    Invece vorrei fare una domanda io al blogger:
    Quanto guadagni mensilmente? Per esempio a settembre 08? Penso sia una cosa importante per un blog che intende spiegare ad altri come guadagnare attraverso un blog, mostrare anche i propri guadagni adsense, avresti molti piu visitatori che sorpresi da quanto riesci a fare te vengono a legger i tuoi articoli. Un pò come han fatto Schoemaker e JohnChow…

  7. Reply Pigi 04/11/2008 at 13:47

    @Gio: beh non condivido il tuo messaggio, ma è come se io venissi da te a chiederti quanto dichiari nella dichiarazione dei redditi

  8. Reply Franz 13/11/2008 at 10:15

    Ciao Fabio, quali sono secondo te i pro e i contro di visualizzare nel proprio blog le statitistiche delle visite in entrata?
    Tu per esempio non le mostri..usi google Analytics?

Lascia un commento