Non lasciate che un disastro informatico vi impedisca di bloggare

L’80% delle grandi aziende che soffre un disastro informatico importante, non si riprende più. È per questo che tutte le più grandi multinazionali hanno un Business Continuity Plan, un piano che garantisce che l’azienda continuerà ad essere produttiva anche in caso in cui le apparecchiature informatiche (ma non solo, pensate alle catene di montaggio delle fabbriche per esempio) non funzionino per problemi tecnici, sabotaggio o disastro naturale.

Voi avete un Business Continuity Plan per il vostro blog? Avete mai pensato che potreste rimanere senza internet, senza PC o (orrore!) senza blog?

Ecco alcune cose da considerare per il vostro BCP:

  • Internet:
    • Localizzate le reti wi-fi aperte più vicine.
    • Localizzate il cybercafé più vicino.
    • Chiedete agli amici chi di loro può ospitarvi in caso non abbiate connessione.
    • Controllate che potete accedere al blog dal lavoro.
    • Comprate, fatevi prestare o ottenete un modem di riserva in caso il vostro si rompa.
    • Procuratevi una scheda 3G e informatevi su come attivare il servizio in caso ne abbiate bisogno.
  • Blog:
    • Installate il plug-in WordPress Database Backup e settatelo per mandarvi il backup tutti i giorni.
    • Fate il backup delle vostre cartelle di WordPress tutte le settimane.
    • Scrivete su un foglio (carta e penna, niente di elettronico) tutte le password di tutti gli account relativi al blog che avete e mantenetelo aggiornato.
    • Mettete in pratica i consigli del post sulla sicurezza di WordPress.
    • Quando esce una nuova versione di WordPress prima leggete i pareri di chi l’ha già installata poi, se non ci sono problemi, aggiornate.
  • PC:
    • Se avete un secondo PC in casa, assicuratevi che è preparato per poter accedere alla Dashboard di WordPress e al vostro spazio web via ftp senza problemi.
    • Se non avete un secondo PC chiedete agli amici chi ve ne può prestare uno.
    • Tenete sempre a portata di mano un mouse e una tastiera di ricambio. Con i fili. Le batterie di quelle senza fili si consumano.
    • Chiedete al dipartimento di informatica del vostro lavoro un portatile in prestito, perché “dovete lavorare a casa”.
    • Date a una persona fidata un modo per accedere a tutti i vostri account e blog nel caso siate impossibilitati fisicamente ad accedere a un PC. Potete istruire questa persona su cosa fare nella vostra assenza.

Per natura sono ottimista ma se della buona salute del blog dipende parte delle vostre entrate (o tutte le vostre entrate) le precauzioni non sono mai poche. Alcuni consigli sono ovvi ma sono sicuro che ad alcuni non avevate pensato, così come io non avrò pensato ad altri. Postateli nei commenti, cerchiamo tutti insieme di rendere indolore qualsiasi tipo di disastro che possa affligere un blog.


3 Comments
  1. Reply
    Stefano 12/11/2008 at 16:04

    Ottimo post, anche se ovviamente, se si rimane senza internet per qualche tempo, non succede nulla… 😉 (A meno che internet non lo si usi per lavoro, ovvio).

  2. Reply
    Raffaele Ciruolo 13/11/2008 at 08:48

    Io ho anche un portatile ma non mi piace: quando viaggio, preferisco andare in un internet point.
    Le precauzioni non sono mai troppe! 🙂

  3. Reply
    Pigi 14/11/2008 at 07:53

    Ho risolto il problema da quando per il compleanno mi hanno regalato uno smartphone fortissimo in teoria tra wi-fi e hdspa potrei essere online h24, 365gg l’anno.
    Secondo me piuttosto che un internet point, con tutti i problemi relivi alla sicurezza, questa rappresenta la soluzione più veloce ed efficace.

Leave a reply