Notebook non significa solo PC portatile…

Forse non tutti voi avrete un PC portatile, ma sicuramente avrete un notebook, ossia un blocco note. Per quelli che non possiedono un PC portatile, o per quelli che non lo hanno temporaneamente (perché è in riparazione, perché Windows ha crashato o perché lo ha preso in ostaggio vostro figlio/nipote per vedere Pocoyo), il blocco note vi può aiutare vostro lavoro quotidiano nel migliorare il blog. Ovviamente il discorso vale anche per il PC fisso, solamente il gioco di parole non riusciva con desktop  😉

Portate sempre con voi un blocco note (e una penna!) quando uscite di casa. Anche se pensate stare fuori poco, la commissione che dovete fare si potrebbe prolungare più del dovuto e se avete tempi morti è una bella idea impiegarli per far fruttare il vostro hobby preferito.

Eccovi un elenco di cose da fare quando non avete il PC a portata di mano ma avete solo un blocco note:

  • Buttate giù idee per nuovi post:
    Il segreto sta nello scrivere tutte le idee che vi passano per la mente, senza pensare troppo a se possono diventare post. Riorganizzatele quando scriverete, alcune dovrete eliminarle, alcune saranno buone per i post, alcune vi daranno spunti anche se non si tramuteranno in post e alcune andranno all’interno di altre idee, ampliandone il concetto.
  • Fate una mappa mentale per trovare nuove idee:
    Scrivete al centro del foglio gli ultimi post scritti e cercate di ampliare i concetti fino a crearne di nuovi.  Se non sapete cosa è una mappa mentale o come farne una date un’occhiata qui.
  • Fate una mappa mentale per scrivere un pillar article:
    Ho parlato di pillar articles qualche tempo fa. Richiedono tempo e organizzazione, niente di meglio che sfruttare le ore di attesa dal medico o dal meccanico per buttare giù le basi del vostro prossimo pllar article.
  • Cercate idee innovative e originali per far conoscere il blog:
    Anche in questo caso scrivete tutte le idee per contest o idee promozionali che vi vengono in mente. Lasciate divagare la mente e lavorate di fantasia, possono nascere idee interessanti.
  • Pianificate le uscite mensili del blog:
    Se sapete più o meno cosa pubblicare nel prossimo mese, pianificate cosa postare ogni giorno (o settimana se non pubblicate tutti i giorni). Avendo i post organizzati in precedenza potrete pianificare meglio la ricerca previa, ruotare gli argomenti per non annoiare i lettori, postarli secondo una sequenza più logica…

Vorrei sottolineare come queste attività, oltre a permettervi di andare avanti anche senza PC a diposizione sono più efficaci se le fate con carta e penna. A parte avere meno distrazioni dovute a e-mail improvvise, richieste di chat via IM, commenti o la tentazione di vedere le statistiche o i guadagni AdSense, le mappe mentali sono più facili da fare con carta e penna che con un software (che avrà una curva di apprendimento più o meno ardua e sicuramente sarà meno immediato) e il fatto di afferrare fisicamente una penna e toccare con mano la carta vi farà entrare nello stato mentale adatto per scrivere e generare idee per i post e per il blog.

Approfittate anche dei “tempi morti” per lavorare sul blog? Avete un metodo alternativo al PC per i vostri appunti bloggherecci? Condividete nei commenti le vostre esperienze e consigli…

Post parzialmente ispirato da: How to Improve Your Blog When You Don’t Have Computer Access, di Darren Rowse

3 Comments
  1. Reply
    ilmioguadagno 20/11/2008 at 19:48

    Purtroppo la vita del blogger è dura e sfruttare tutti i tempi morti è un’ottima soluzione.

    Avevo scritto qualcosa sull’argomento anche io:

    Mi farebbe sapere cosa ne pensi Fabio!

    Ciao
    Stefano

  2. Reply
    Enrico 20/11/2008 at 21:52

    Alcuni link utili per le mappe mentali:

    Esempi di mappe mentali:
    http://www.mind-mapping.co.uk/mind-maps-examples.htm

    WikiMindMap: permette di navigare con le mappe mentali all’interno di wikipedia

    Differenze tra vari tipi di mappe:
    http://www.lemappedelpensiero.it

  3. Reply
    daniel73 28/11/2008 at 20:52

    Esattamente questo è quello che molte persone dimenticano,prendere carta e penna.
    Anche io sto lavorando su questo e per quanto riguarda le mappe mentali ho recensito sul mio nuovo Magazine, Freemind:http://www.blog.mtwebnetwork.com/guide/mappe-mentalicome-pianificare-un-progetto-con-freemind/

Leave a reply