Guest post: tutto quello che dovete sapere per ottenerne il massimo

guest_post
Un guest post è un post pubblicato su un blog differente da quello di chi l’ha scritto. L’autore lo invia a un blogger per farselo pubblicare e farsi conoscere dai lettori di quest’ultimo. Si crea così quella che molti blogger nordamericani definirebbero  una win-win (-win) situation, una situazione in cui tutti guadagnano. Il blogger che scrive raggiunge altri lettori, quello che pubblica ha contenuto di alta qualità (vedremo più avanti perché è di alta qualità) senza sforzo sul suo blog e i lettori (il terzo win) hanno un articolo scritto in maniera differente dal solito e un break dallo stile e dal punto di vista del blogger che leggono abitualmente.

Ci sono due modi per avere pubblicato un guest post:

  1. Cercare blog che accettano guest post:
    Cercate nei blog che leggete se si fa menzione di accettare guest post o una sezione “Collabora”, oppure cercate direttamente queste due chiavi su Google.
  2. Inviando guest post anche se non sollecitati:
    Anche se non si fa menzione di accettarli, potete inviare lo stesso un guest post a un blogger, sperando che sia convinto a pubblicarlo dalla qualità dello stesso. Male che vada in caso di rifiuto potete pubblicare il post nel vostro blog.

Che caratteristiche deve avere un buon guest post?

  • La qualità:
    Se mandate un guest post a un blogger, la qualità deve essere eccellente. Avrete la possibilità di arrivare a nuovi lettori e che molti di questi conoscano il vostro blog. Non potete rischiare di venire bollati come scarsi e non ricevere visite o non invogliare a visitare il vostro blog per un post scadente.  Il gursto post deve essere uno dei vostri migliori post. Un post di qualità ha infatti questi vantaggi:

    • Aumenta il traffico verso il vostro blog, dato che i lettori del blog dove è postato cercheranno altro materiale buono nel blog dell’autore.
    • Vi da credito nel caso voleste postare altri guest post, non solo presso lo stesso blog ma anche presso altri; potendo mostrare buoni lavori c’è più possibilità che ci diano altre opportuinità anche in altri blog.
    • Aumenta la visibilità del blogger autore, che mette in mostra uno dei suoi migliori post.
  • L’originalità:
    Il post che inviate come guest post deve essere originale. Non è sufficiente mandare un post già pubblicato sul proprio blog. Deve essere un post fatto appositamente per il blog che ospita. È buona norma, anche, postare su un argomento non ancora trattato dal blogger che pubblicherà. Informatevi previamente e leggete il blog a cui invierete la vostra creazione.
  • L’attinenza all’argomento del proprio blog:
    Se scrivete un post su Windows 7 in un blog sul Mac non credo che ricevereste molte visite da lettori interessati. Per ottimizzare lo sforzo di scrivere un contenuto memorabile lo dovete sottoporre al giusto pubblico. Inoltre solo scrivendo di qualcosa in cui siete esperti potete scrivere un buon articolo.

Non si è finito il proprio lavoro dopo la pubblicazione. Se i lettori sollevano questioni, hanno domande o chiedono ulteriori spiegazioni nei commenti, rispondete commentando anche voi. Non sostituitevi al blogger proprietario monopolizzandoli e montando un piccolo show. Mantenete un profilo basso, non siete a casa vostra. Rispondete concisamente e correttamente e lasciate spazio all’autore del blog.

Scrivere per un altro blog non vuol dire che non bisogna fare nulla sul proprio. Presumibilmente arriveranno nuovi lettori e quindi bisogna dargli una buona impressione. Come?

  • Il post in home page:
    Quando inviate un guest post dovete scrivere due articoli di qualità eccelsa. Uno per il blog che vi ospita e l’altro per il vostro blog. Quando saprete che il vostro guest post sarà pubblicato, pubblicate sul vostro blog il secondo articolo “buono”. In questo modo i lettori che non vi conoscono e vengono dal blog che vi ha pubblicato troveranno altro contenuto che li convincerà ulteriormente della vostra qualità.
  • Il vostro contenuto migliore:
    Piazzate in maniera bene visibile i vostri migliori post di sempre, che contribuiranno a causare una buona impressione nei nuovi lettori.
  • La pagina “Chi sono”:
    La pagina “Chi sono” sarà molto sollecitata quel giorno. I nuovi lettori vorranno sapere chi siete. Se non avete una pagina “Chi sono” è il momento di crearla; ma anche se l’avete assicuratevi che sia fatta bene e che non riporti informazioni obsolete. Potete riportare a fine pagina un elenco dei vostri miglior post, come nel punto anteriore, per impressionare i lettori veicolati dal blog tramite il vostro guest post.
  • L’icona “Abbonati ai feed RSS”:
    Se finalmente dopo tutte queste accortezze convinciamo i lettori che ci visitano per la prima volta ad abbonarsi ai feed, sarebbe un peccato che non lo facciano perché non trovano l’icona dove cliccare. Fate in modo che sia ben visibile e valutate la possibilità di inserirla direttamente alla fine del post in home page, insieme ad un form per abbonarsi via mail.

Il post andrebbe mandato a un blog più conosciuto del vostro o almeno simile in quanto a visite del vostro. Ma non credete che i grandi blogger non scrivono guest post. Un esempio su tutti è Leo Babauta (Mr. 80.000 lettori via feed RSS) che scrive moltissimi guest post per i blog più conosciuti del pianeta. Sono un modo eccezionale per accrescere la propria popolarità e  far conoscere a nuovi lettori il proprio blog

Avete mai scritto guest post? Avete usato alcune di queste pratiche per ottimizzarne il ritorno? Accettate guest post nel vostro blog?

Volete scrivere un guest post per questo blog? Contattatemi a guadagnaconunblog{at}gmail{punto}com.

blog

6 Comments
  1. Reply
    articlemarketing 15/01/2009 at 10:49

    Il guest post …. vediamo ….. sicuramente puo’ aiutare a farsi conoscere anche se poi è importante conoscere davvero chi ci ospita sul proprio blog

  2. Reply
    Luca 15/01/2009 at 21:13

    interessante questa formula, ideale per farsi conoscere.
    Col mio blog (questo linkato) sono appena partito, magari in futuro ti contatterò

  3. Reply
    vale 15/01/2009 at 23:18

    Sì io ho iniziato da qualche mese a inserire post su altri blog, alcuni gratuiti altri con adsense e devo dire che è una buona pratica, fosse anche solo per il fatto che si scrive per un pubblico nuovo

  4. Reply
    Moreno 17/01/2009 at 09:45

    Sapevo l’importanza del guest post, sia come ospite che come ospitato.

    Con questo post hai suggerito una “struttura” chiara su come farlo. Ora inizierò ad applicarla.

    Grazie.

  5. […] Guest post: tutto quello che dovete sapere per ottenerne il massimo Un guest post è un post pubblicato su un blog differente da quello di chi l’ha scritto. L’autore lo invia a un blogger per farselo pubblicare e farsi conoscere dai lettori di quest’ultimo. Che caratteristiche deve avere un buon guest post? […]

  6. Reply
    Enrico 18/01/2009 at 12:35

    Mi sembra un’ottima formula.
    L’ho vista applicata a livelli “professionali” soprattutto tra chi scrive e vende Ebook. In questo caso la collaborazione si spinge oltre, organizzando insieme eventi, interviste reciproche, Web-Conference, fino ad arrivare, in alcuni casi, ad una pubblicazione congiunta.

Leave a reply