10 domande che ogni blogger dovrebbe farsi prima di pubblicare un post

punto_domanda

Quando pubblicate un post sapete già come sarà accolto dai lettori o lo fate senza sapere che sorte avrà? Vi sarà già successo che alcuni post che pensavate di grande interesse e ben scritti abbiano ricevuto un’accoglienza fredda da parte dei lettori, mentre alcuni che secondo voi “traballavano” sono poi risultati dei successi. La prossima volta che starete per pubblicare un post, fatevi le domande a continuazione e se le risposte saranno affermative, saprete che siete sulla strada giusta per un post che lascerà il segno.

  1. È utile?
    Prima di tutto i post che scrivete devono essere utili. Non c’è motivo per cui un lettore legga il vostro blog se non gli date qualcosa di utile. Consideratela una moneta di scambio per avere la sua attenzione e una sua visita.
  2. È originale?
    È scritto in maniera originale? È difficile in alcune nicchie essere assolutamente originali e scrivere qualcosa di cui nessuno ha scritto prima. Se è un tema molto trattato cercate di approcciarlo o scriverlo da un punto di vista originale.
  3. Rende subito l’idea dell’argomento trattato?
    Se non si capisce di cosa volete parlare dal titolo e dall’introduzione (breve) del post, perché qualcuno dovrebbe essere interessato a leggerlo per intero?
  4. È coinciso senza essere superficiale, è approfondito senza essere prolisso?
    È un bene andare subito al punto e non dilungarsi troppo, ma non deve essere una scusa per trattare l’argomento “alla buona”. Allo stesso modo non scrivete post lunghi solo perché sembrano più interessanti, ogni post ha la sua giusta lunghezza.
  5. È ben documentato?
    Avete ricercato sufficientemente prima di scrivere il post? Avete colmato le lacune che avevate? Avete controllato le vostre fonti?
  6. È scritto correttamente?
    Usate un correttore ortografico, vero?
  7. Ha un titolo appropriato?
    Ha un titolo descrittivo, ad effetto e che suscita curiosità senza essere troppo enigmatico?
  8. La formattazione e le immagini lo rendono migliore?
    Le immagini sono appropriate e attirano l’attenzione? È formattato in modo da rendere meno pesante la lettura?
  9. Se fossi un mio lettore mi interesserebbe?
    Immedesimatevi in un vostro lettore-tipo (controllate i post più letti, commentati e linkati se ne avete bisogno) e chiedetevi se il post può entrare a far parte dei più letti del blog.
  10. È utile?
    Non è un refuso. Se vi siete già chiesti se è utile, richiedetevelo per sicurezza, e se c’è un modo per renderlo ancora più utile, mettetelo in atto.

Siete d’accordo con questa lista? Aggiungereste o eliminereste qualche punto? Prima di pubblicare fate un “controllo di qualità” del post?

8 Comments
  1. Reply
    maddalena 16/03/2009 at 13:33

    Ciao! Questi consigli sono meravigliosi, li seguirò uno a uno per portare il mio blog al successo, ma vorrei farti una domanda: credi che blingee, glitter e cose così siano un modo “già visto”, per rendere piacevole un blog? Cioè, credi che funzionino?

  2. Reply
    Fabio 16/03/2009 at 13:40

    @Maddalena: Personalmente credo che siano orribili! 😀

  3. Reply
    Alessandro Cosimetti - Blog in Azienda 16/03/2009 at 17:23

    Direi che non manca nulla..! 😉

  4. Reply
    maddalena 16/03/2009 at 18:46

    anch’io penso che non siano un granchè, ma se non si esagera possono anche essere carini, dipende. L’importante è non mettere cose come immagini giganti di qei topi con le zampe grandi o troppi blingee, no?

  5. Reply
    Giuseppe 16/03/2009 at 19:22

    Ottimi consigli. Bravo Fabio !

  6. Reply
    Massimo Prete 16/03/2009 at 21:09

    Alcune cose sembrerebbero scontate, ma sono proprio quelle ad essere tra le più trascurate!!

    Per esempio, saranno mesi che ho intenzione di modificare l’header e il titolo del Blog, ma non mi sono ancora deciso!

    Chissà che questo tuo articolo non mi dia la spinta giusta!

    Ciao Fabio

  7. Reply
    Roberto - Staff de "Il Bloggatore" 18/03/2009 at 00:18

    Complimenti, bell’articolo! Io aggiungerei anche il fatto di prevedere dei link eventuali alle risorse per l’approfondimento (una sorta di bibliografia degli articoli), per quei lettori incuriositi dal nostro post, ma non completamente soddisfatti.

    A volte, questo li può conquistare!

  8. Reply
    Leonardi Paolo 19/03/2009 at 22:15

    Io aggiungerei un’ulteriore domanda: se fossi io l’utente che legge l’articolo, che giudizio darei a quest’articolo? Quindi autocritica, secondo me è importantissima l’autocritica. Ciao!

Leave a reply