4 cose da fare quando non state bloggando

Cosa comprendete sotto la voce “bloggare”? Scrivere, ovvio. Ma cos’altro? Aggiungerei rispondere ai commenti, rispondere alle mail (sempre e a tutte!), commentare in altri blog, fare social networking… Ci sono molti aspetti del blogging. Ma quando non state strettamente bloggando, c’è qualcosa che potete fare per migliorare come blogger o migliorare il vostro blog?

Ecco la mia lista di cose da fare quando non state bloggando:

  • Leggete libri:
    Leggere libri (o riviste) sul tema del vostro blog ha due vantaggi. Oltre a farvi apprendere ulteriormente, darvi la possibilità di approfondire e convertirvi in esperti su una base affidabile, leggendo sarete in grado di scrivere meglio, arricchirete il vostro lessico e vi spiegherete in maniera più chiara.
  • Studiate i grandi blog:
    Studiare i grandi porta sempre benefici. Fin dall’antichità gli apprendisti studiano i maestri. Osservate i grandi blog con gli occhi del blogger. Non soffermatevi sul contenuto, ma chiedetevi perché è esposto in quella maniera e non in un’altra, soffermatevi sui titoli, gli elementi della barra, cosa ha il blog che voi non avete? Poche cose sono lasciate al al caso in un blog da centinaia di migliaia di visitatori al mese, assorbite tutto quanto sia possibile e cercate di applicarlo al vostro blog.
  • Scrivete ad un blogger che apprezzate:
    Chi sono i vostri blogger preferiti? Li conoscete? Avete mai parlato con loro? Gli avete mai mandato una mail, anche solo per dire “Continua così, vai forte!”? A me piace ogni tanto chaicchierare con qualche blogger che ho conosciuto tramite il mio o il suo blog. C’è anche da imparare la maggior parte delle volte.
  • Prendetevi una pausa:
    Ve la meritate. Dopo aver fatto un duro lavoro, fate una pausa, anche breve. Staccate la spina (letteralmente). Rilassatevi, ossigenate le idee, e quando sarete pronti, riniziate con le pile ricaricate.

Aggiungereste qualcosa? Cosa fate voi quando non scrivere o agite materialmente sul blog? Quali di queste attività svolgete più volentieri e quale meno?

13 Comments
  1. Reply
    effeci 10/03/2009 at 10:30

    Be’, si potrebbe aggiungere lo studio delle statistiche, uno studio approfondito, non “ieri ho avuto il 10% di viste in più”, ma tentare di capire il perchè di certi aumenti o di certi cali, le parole o le frasi chiave più usate e come vengono inserite (compresi gli errori), il tutto in relazione alla tipologia del blog, ovvio.

  2. Reply
    Alessandro Cosimetti - Blog in Azienda 10/03/2009 at 16:02

    Condivido in pieno. Partecipazione, interesse e modellamento. 🙂

    Alessandro

  3. Reply
    Raffaele Ciruolo 11/03/2009 at 09:39

    Io mi sto prendendo una pausa (anche perchè non sto tanto bene) e leggo molti libri (ed e-book). Mi auguro di poter riprendere al più presto con le pile ricaricate.

  4. Reply
    Redemption 11/03/2009 at 11:39

    Condivido in toto 😀

  5. Reply
    Julius 11/03/2009 at 12:48

    Sul punto “Studiate i grandi blog” includerei oltre a quello gia trattato, di soffermarsi ogni tanto anche sulle statistiche in termini di visite o di articoli più letti ecc ecc molte volte queste informazioni sono lasciate di libero consulto

    Cerchiamo di individuare e conquistare la vetta dell’indicizzazione anche con parole chiavi ancora non usate, dando rilievo al titolo, ma un occhio di riguardo al permalink

    Saluti

  6. Reply
    Anel 11/03/2009 at 16:13

    Un po’ di riposo Mai? hihihihi

  7. Reply
    Anel 11/03/2009 at 16:14

    Oltre alla piccola pausa da te citata dicevo :P..

  8. Reply
    Massimo Prete 12/03/2009 at 04:37

    Potrebbe essere interessante sapere che cosa ne pensano del Blog i vostri amici e/o parenti, spesso si scoprono dettagli trascurati da chi non vive di Blog!

  9. Reply
    Ottantotto 12/03/2009 at 08:42

    @ Massimo -> E’ interessante chiedere il parere ad esperti, parenti ed amici, anche Fabio ne aveva parlato in un post precedente 😉

    Io penso che leggere sia fondamentale: leggere libri, altri blog, documentarsi e informarsi prima di scrivere qualsiasi cosa. Il contenuto di un post ad un occhio più o meno esperto risulta facilmente comprensibile? Quanto è completo? Conosci le tecniche di business writing? Hai mai sentito parlare della bottom line?

    Scrivere articoli su un blog è solo una piccola parte del lavoro di un blogger, ma saper scrivere bene è fondamentale per un buon blogger, e se non si legge… è difficile migliorare il proprio stile.

    Altre cose da fare quando non si blogga? Fare esperienze, girare in città, fare una buona passeggiata, pensare ad altro, studiare…. Spesso durante lo svolgimento di altre attività vengono in mente idee interessantissime…

    E poi… leggere libri di crescita e sviluppo personale…

  10. Reply
    Fabio 12/03/2009 at 09:38

    @Massimo: Ne ho già parlato in un post di qualche settimana fa, guarda qui.

  11. Reply
    Article Marketing 14/03/2009 at 10:18

    Prendersi una pausa sembra banale ma serve a far lavorare meglio il cervello ed a concentrarci sulle cose importanti anzichè urgenti

  12. Reply
    isaac 14/03/2009 at 19:19

    Condivido con julius, l’analisi, per ottimizzare il propio blog è importante!

  13. Reply
    Leonardi Paolo 19/03/2009 at 22:21

    Ogni tanto se ci si prende una pausa si dovrebbe cercare di fare un’ottimizzazione delle proprie fonti, eliminando quelle inutili dal feed reader; poi ci si potrebbe creare un’agenda con tutta una selezione di articoli, di idee da scrivere (cose che comunque vanno fatte anche quando si blogga, ma accentuate durante i periodi di pausa).
    Poi… Il prendersi un po’ di riposo, dedicarsi ad altro, ai propri interessi oltre al blogging; fare accurate analisi delle statistiche, delle keywords e cercare di ottimizzare gli articoli per il posizionamento su google. Ciao!

Leave a reply