Il chi-come-cosa dell’essere utili

helpOgni giorno Internet è usato da quasi un miliardo di persone da tutto il mondo (fonte Wikipedia). La maggior parte di queste persone stanno cercando informazioni. Se siete appassionati del tema del vostro blog ci sono buone possibilità che voi possiate fornire a questi utenti l’informazione che stanno cercando.

  • A chi essere utili:
    Come fate a sapere a chi essere utili? Fate come fa chi vuole sapere qualcosa… cercate su Internet. Mettetevi nei forum a tema col vostro blog e cercate le domande più frequenti, cercate nei commenti vostri e degli altri blog, cercate come risolvere problemi che voi stessi avete… Certo, non potrete rispondere a tutte le domande e non potrete essere utili a tutti, ma progredite nell’apprendere ogni giorno qualcosa sull’argomento del vostro blog e saprete esserlo sempre di più.
  • Come essere utili:
    Potete essere utili spiegando cosa sapete e raccontando la vostra esperienza o potete essere utili ricercando la soluzione a problemi che avete in comune con altri lettori. Di fatto, con la seconda opzione state facendo un favore ai vostri lettori e soprattutto un favore a voi. Sapete bene una cosa quando riuscirete a spiegarla a qualcun altro. Se veramente scrivete di cosa vi piace inoltre sarà un piacere apprendere ogni giorno qualcosa di nuovo
  • Cosa fare per essere utili:
    Divulgate il vostro conoscimento! Fatelo sapere a tutti. Puntate i problemi e le domande senza risposta e dissipate i dubbi dei vostri lettori con articoli concisi, dritti al punto e utili.

Ricordate sempre che se volete che i lettori si fermino sul blog, ritornino, si abbonino ai feed RSS, linkino il vostro blog e lo consiglino dovete essere utili. Dopo aver scritto il post chiedetevi “A chi sono stato utile? Cosa ho apportato oggi ai lettori?”. Essere utili non si limita a dare informazioni e basta. I lettori avranno altre domande, rispondetele e soppesate se sareste ancora più utili chiarendo i dubbi con un ulteriore post sull’argomento.

Ricordate anche che essere utili non vuol dire solo insegnare a fare qualcosa. Ci sono tanti modi di essere utili come tanti bisogni hanno i vostri lettori.  Se avete un blog umoristico, potete essere utili facendo fare una risata ai vostri lettori dopo una giornata storta, potete essere utile semplicemente soddisfacendo una curiosità o potete esserlo motivando i lettori. Ci sono tanti modi, scegliete il vostro.

Vi sentite utili ai vostri lettori? Avete fatto dell’utilità un capo saldo del vostro blog? In che modo avete scelto di esserlo?

Post parzialmente ispirato da: Be Insanely Useful and Make Your Readers Come Back di Jarkko Laine

7 Comments
  1. Reply
    gog 08/04/2009 at 03:38

    Prendedo spunto da alcuni tuoi post faccio un commento negativo che spero per la tua coerenza non cancellerai.

    Forse ti sara sfuggito ma il titolo del tuo blog è incoerente con i contenunti, nonchè un furbo specchio per le allodole.

    Tu non scrivi Come guadagnare con un blog, tu dai consigli su “come scrivere meglio”.

    Altri siti sul genere danno un taglio completamente diverso recensendo le varie compagnie Payperclick o metodi di guadagno alternativo spiegano appunto come guadagnare con un blog.

    Leggendo vari dei tuoi post ho trovato alcuni spunti interessanti devo ammetterlo, ma l’ottica con cui li dai secondo è fuorviante e nociva, mi spiego meglio:

    Nella maggior parte dei tuoi post il protagonista è il lettore non lo scrittore; non dire questo se il lettore pensa quello, attento quando scrivi lo devi interessare, sii utile per il tuo lettore almeno ti ringrazia con un click, un po’ come succede alla televisione dove i programmi sono diventate pause fra le publicità, cosi per te il un blog non è un mezzo espressivo ma una “trappola” acchiappa utenti , passami il termine.

    Trovare un post “utile” su un blog non è una buona motivazione per tornarci, ce ne saranno altri 3000 che trattano lo stesso argomento, gli stessi “How to” etc.. . La storiella di trovare argomenti unici e originali è un po come trovare libero il nick desiderato su un mmorpg di successo, impossibile.

    Io torno su un blog solo se il protagonista vero è lo scrittore, una persona che oltre a trattare un argomento al quale sono interessato riesce a comunicarmi qualcosa, farmi arrabbiare regalarmi un sorriso, non un “tipografo” che cerca di compiacermi altrimenti i contenuti me li vado a cercare su un altro sito graficamente più appagante.

    La verita è che per fare un dipinto si deve saper dipingere, ergo per fare un blog devi saper scrivere punto e basta.

    Certo la tecnica si puo affinare, si possono prendere spunti e imparare dai propri errori ma guadagnare con un blog seguendo un ” corso di scrittura” secondo me è improponibile.

    Se vuoi risultare credibile cambia titolo, o cambia blog.

    Ossequi.

  2. Reply
    Massimo Prete 08/04/2009 at 13:51

    Mi spaice che Fabio sia in vacanza e non possa risponderti o in qualche modo “difendersi” dal tuo commento.

    Non credo che io debba fargli da avvocanto, quindi non commenterò il tuo commento, limitandomi a dirti che per guadagnare con un Blog è necessario imparare a Bloggare al meglio e recensire Payperclick o Altri Metodi non aiuterà certo a capire come si Lavora e Guadagna con un Blog.

    Detto questo, stavo giusto preparando un articolo utile per i miei lettori, perchè credo sia il sistema migliore per accontentare il visitatore del “come”

    Come faccio a fare questo?

    Come posso Guadagnare con un Blog?

    etc…

    Ciao

    Massimo

  3. Reply
    Federica 08/04/2009 at 14:59

    Ciao, infatti io credo che guadagnare sia anche saper bloggare…..come so ad esempio, di aver fatto molti errori nel mio, di blog, come il non aver scelto adsense, ed in effetti è un errore.. Ho scelto sprintrade e adesso è un po’ difficile riuscire a eliminarlo, anche se ho sempre creduto che avesse qualche potenzialità in più..Ma quello che vorrei riuscire a capire ad esempio se posso apportare, modifiche alla grafica, e o aggiungere qualche altro argomento ai miei soliti..

  4. Beh non vedo una differenza incolmabile , qualsiasi serio blog di seo oltre a varie ricette su come posizionare un sito dice sempre di mettere ottimi contenuti. Chi vuole guadagnare con un blog evidentemente deve scriverlo innanzitutto bene. Poi metterà in atto altre strategie per guadagnare , a mio modesto avviso se non fai un grandissimo blog , di soldi ne vedi pochi.

  5. Reply
    Enrico 09/04/2009 at 14:27

    Per poter guadagnare con un sito o un blog è necessario avere traffico, lettori “fedeli” e così via.

    Penso quindi non si possa prescindere dai contenuti, dal sapere scrivere, dall’essere originali, dall’ottimizzare il sito per le keywords scelte: tutte componenti, insieme ad altre, che generano traffico e consentono di avere lettori fedeli che ci seguono giorno per giorno abbonandosi ai nostri feed.

    Una volta che si ha questa “base” fondamentale, forse si può parlare di guadagno.

    Qui, a questo punto, si apre un marea di scenari:
    – sei un’azienda? il blog ti serve a vendere e promuovere i tuoi prodotti;
    – sei un consulente? ti aiuta a farti conoscere e procacciare nuovi clienti;
    – sei un affiliato? utilizzi il blog per vendere prodotti/servizi di terzi o per far cliccare sul tuo annuncio adsense
    – sei un semplice blogger? puoi vendere link a pagamento

    Si tratta di capire quale sia la strada per guadagnare, ma qualunque essa sia non si può prescindere da una certezza: se hai 10 visitatori al giorno, vai poco lontano…

    Tutta questa lunghissima premessa per dire che non credo che Fabio sia fuori tema quando fornisce informazioni relative allo scrivere meglio o al raccogliere consensi nei lettori: forse nell’ultimo periodo si è concentrato su temi relativi all’ottimizzazione del blog piuttosto che altro, ma non vedo tutta questa incoerenza.

    Poi se vogliamo discuisire sulla filosofia e l’etica del blogging è un altro discorso: certo che se il fine è solo “guadagnare”, il blog diventa una “vetrina”. C’è chi la sa allestire bene e chi no.

    Se invece si parte dal presupposto che un blog dev’essere solo un modo per diffondere cultura ed il guadagno è solo un “accessorio” posso essere d’accordo con Gog.

    Però stiamo attenti che anche dare informazioni tecniche per “acchiapare gli utenti” [e non mi sembra sinceramente il caso di questo blog] è “fare informazione”: si può essere o meno d’accordo, eticamente parlando, ma qui si va a toccare dei confini molto soggettivi.

  6. Reply
    valeriovillari 14/04/2009 at 23:32

    nuclearizzandobalene.com—-lascia spazio a tutto e niente..e quando tra questi non c’è differenza …esiste il nulla!!!
    Alla prossima!

  7. Reply
    Leonardi Paolo 15/04/2009 at 23:35

    Ciao, complimenti intanto per il post!
    Quello che offri nel post è un ottimo spunto di riflessione; il fatto dell’utilità per qualcuno è strettamente legato alla qualità dei contenuti. Ci sono blog che ai contenuti non guardano proprio, che postano articoli solo per portare utenti dai motori, senza badare alla qualità di ciò che si scrive. Un contenuto veramente buono deve rispondere a tanti requisiti, a tanti interrogativi ed uno su tutti “se io fossi il lettore che legge l’articolo la prima volta, che penserei? E’ utile? O è solo un giro di parole inutili per portare traffico?” Se tutti rispondessero a questi interrogativi sicuramente si avrebbero contenuti migliori.
    A presto!

Leave a reply