10 errori da evitare quando scrivete un commento

commentare

Cerchiamo di vedere errori da non commettere quando postate un commento su un blog affine (o meno) al vostro. Ho cercato di evitare i soliti errori, fin troppo noti (il classico “bel post!”), per concentrarmi su errori meno evidenti ma comunque comuni:

  1. Commentare per primo, sempre e comunque:
    Commentare per primo su un blog è sicuramente beneficioso, poiché il proprio commento sarà visto da tutti i seguenti commentatori. Attenti però a voler essere primi su tutti i blog a tutti i costi, dopo un po’… stanca, ecco. E sembra anche che vogliate disperatamente apparire.
  2. Commentare per la prima volta criticando:
    Criticare nei commenti è più facile che scrivere un buon post argomentato. Sinceramente però se è il primo commento che scrivo evito sempre di criticare. È come entrare in un negozio appena aperto e cominciare a lamentarsi. Perché sei entrato se non ti piace? Una critica costruttiva ogni tanto va bene, ma se volete solo criticare, fate prima a non commentare direttamente.
  3. Essere in disaccordo per creare interesse:
    Ammesso che non sia il vostro primo post, non difendete una posizione alla quale non credete solo perché susciterebbe curiosità e vi porterebbe più visite. Sia che siate d’accordo che in disaccordo ricordate che l’onestà premia sempre nel blog
  4. Usare i commenti per comunicazioni con il blogger:
    I commenti servono per commentare i post, non per comunicare con il blogger. Per comunicare ci sarà una mail o un form dei contatti (e a volte entrambi). Se non ci sono, il blogger non vuole comunicare con nessuno.
  5. Infilare un link  a un post proprio nel commento:
    Davvero avete bisogno di questi mezzucci per promuovere un vostro post?
  6. Firmare il commento:
    Già si sa chi siete se compilate correttamente il form dei commenti. Non c’è bisogno di ripeterlo ulteriormente alla fine del post, magari aggiungendo il vostro indirizzo. Non starete cercando di spuntare un link in più?
  7. Criticare il blogger senza identificarsi:
    Cosa c’è? Avete paura di esprimere le vostre opinioni? O cercate solo di screditare chi scrive? Invidia?
  8. Commentare senza leggere il post:
    Mi è successo in un vecchio post. Un lettore sosteneva, con toni abbastanza aspri, che era copiato (anche se non sapeva la fonte, secondo lui era “tradotto male da qualche blog anglosassone”). Purtroppo per lui però non aveva letto bene e mi contestava cose che aveva mal interpretato. Non ci ha fatto una bella figura. Anche quando siete d’accordo col blogger, prendetevi la briga di leggere, eviterete la figura di chi commenta solo per racimolare qualche visita.
  9. Non rileggere il commento:
    Un commento su un blog altrui è un biglietto da visita. Presentereste un biglietto da visita mal redatto? Almeno rileggetelo, anche perché in molti blog una volta scritto non si può cambiare nulla.
  10. Un consiglio:
    I commenti non servono né per avere un link in più, né per avere visite dagli altri commentatori. Servono per stabilire una relazione con i blogger i cui post commentate. Tenete a mente questo e i vostri commenti saranno sicuramente migliori.

Allora, forza… Chi vuol essere il primo commentatore? Prometto che non mi farò una cattiva impressione di chi commenterà per primo 🙂

rss3

19 Comments
  1. Reply
    Rino 30/06/2009 at 07:18

    Dal buongiorno si vede il mattino, diceva qualcuno.
    Il commento è come il sole che dovrebbe splendere sin dalle prime ore, affinché illumini. A mio avviso, è lo specchio del nostro carattere, se irascibile, se gentile, se socievole, e via dicendo, per cui le parole espresse devono essere ponderate . E se ben fatto, consono al tema del post, può portare traffico verso il nostro blog, può causare curiosità, può essere, come ben dici, il nostro biglietto da visita.

    Rino, riflettendo!

  2. Reply
    Paul Gatti 30/06/2009 at 08:29

    Secondo! Che è quasi come “primo!”… Devo dire che questo post non mi piace. Non mi piace niente, ma credo che questo vi interessi. A proposito, Fabio, come stai? Come si è conclusa poi quella faccenda di cui abbiamo parlato di fronte a una buona birretta? Ah, dimenticavo, guarda qui. Ehm, forse prima di scrivere il commento avrei dovuto leggere il post, ma credimi, davvero non ne ho avuto il tempo. Un ultima cosa: ti va di diventare mio amico?

    Paul Gatti (paulgatti.blogspot.com)

  3. Reply
    Fabio 30/06/2009 at 09:23

    @Rino: Devo dire che dai tuoi commenti traspare la tua personalità, sono sempre molto pacati e interessanti…

    @Paul: LOL! Sei riuscito a farmi iniziare a lavorare con una risata… 😀

  4. Reply
    Piplos 30/06/2009 at 10:25

    Concordo, soprattutto con il settimo punto. Anche se non c’entra molto, i troll non mostrano mai i loro link nei commenti, quindi non c’entra l’intenzione di farsi conoscere.

    Sta di fatto che chi critica anonimamente è una persona senz’anima (oltrechè inutile) che evidentemente deve aver trascorso una brutta infanzia. 😛

    Sono d’accordo anche con il resto del post. Mi è piaciuto. 🙂

  5. Reply
    Recetas de cocina 30/06/2009 at 13:31

    Este es un ejemplo del típico comentario que no hay que poner…

    Al menos tiene algo que ver con el post…

    Un saludo 😉

  6. Reply
    Max di Altri Sport 30/06/2009 at 14:28

    Ciao Fabio,
    sono d’accordo con quanto sostieni. Come sempre, nel commentare un blog così come in ogni altro campo della vita, serve equilibrio e buona educazione, fermo restando la libertà di espressione e di critica, ma sempre nel rispetto della persona
    Un saluto

  7. Reply
    roberto 30/06/2009 at 16:12

    Il commento è il cuore di un post. è il battito che indica se il post è vivo perchè anima la discussione stimola la mente a riflettere su di un argomento ne amplia il punto di vista e a volte lo ribalta.
    E se poi capita, spesso a me, di commentare dopo che hanno scritto quasi tutti, stimola a farsi una domanda penso importante “cosa posso aggiungere che non è stato detto ma che sia ancora importante da dire?”…ciao Fabio!

    …Prima o poi riuscirò a commentare per primo!!!..uff

  8. Reply
    Max di Altri Sport 30/06/2009 at 16:19

    @Roberto : molto, molto sensata la seconda parte del tuo commento (non che la prima non lo sia stata comunque!). Una domanda che spesso pochi si pongono poiché preferiscono soffermarsi su quanto letto nell’articolo rischiando di ripetere commenti già scritti da altri

    @Fabio : GRAZIE MILLE per tutto l’aiuto che mi hai dato nel mettere a posto il mio blog!
    Devo dire che non dai solo ottimi consigli ma sai applicare la pratica alla teoria e ciò rende l’idea di come questo blog sia gestito da una persona che scrive di cose che prima di tutto conosce

  9. Reply
    artemoney 30/06/2009 at 16:22

    Condivido in linea di massima le tue indicazioni, ma penso che un link in più non faccia male a nessuno, anche perchè, in definitiva, ogniuno è libero di cliccare o no
    Pertanto, se siete appassionati d’arte, vi dò un consiglio : http://www.artemoney.blogspot.com

  10. Reply
    flapane 30/06/2009 at 16:58

    Qualcuno potrebbe dire che, in un certo senso, il 3 è sul filo del fair play, e se fatto bene, in un certo senso ha anche il merito di sviscerare la discussione, ponendo magari un nuovo punto di vista.

  11. Reply
    Fabio 30/06/2009 at 17:05

    @flapane: Niente da dire se il #3 è genuino. A volte però si fa solo per attirare l’attenzione e non è onesto…

  12. Reply
    Traffyk 30/06/2009 at 17:47

    Sembra cucito su di me questo post, tranne per il quinto comandamento (non infilare il tuo link se non al di fuori del tuo form).

    Vabbè ma io sono di una dissacrazione unica, si sa!!!! 😛

  13. Reply
    Raffaele Ciruolo 30/06/2009 at 18:29

    E’ un post interessante, anche perchè spesso si sottovaluta l’importanza dei commenti.
    Concordo in particolare con i punti 2, 7, 9.

  14. Reply
    Matt Brolyen 30/06/2009 at 20:06

    Non sono molto d’accordo con il punto 4. Apparte che se il blogger non vuole comunicare con nessuno dal mio punto di vista è pura delusione, comunque se si mette un messaggio rivolto al blogger nei commenti (sopratutto quando ti copia post…) tutta la comunità intorno a quel blog sente la discussione e il blogger è più costretto a risponderti. Se ci tiene alla sua reputazione, ovvio.

  15. Reply
    Fabio 30/06/2009 at 22:33

    @Matt: Beh, dipende da cosa devi dire. Alle comunità può anche non interessare nulla di cosa parlate tu e il blogger…

  16. Reply
    Roberto - Recetas de cocina 07/07/2009 at 09:52

    Bravo Fabio, por fin has vuelto de las tinieblas…

    Un saludo 😉

  17. Reply
    LuViWeb.it 09/07/2009 at 23:47

    Ciao Fabio
    Mi è stato segnalato il tuo articolo perché in uno dei miei ultimi post ho proposto una discussione simile ma più attenta al discorso spam.
    Chiedo scusa in anticipo ma papà e mamma non mi hanno fatto il dono della sintesi, inoltre non sono un blogger esperto, per cui più che la netiquette cerco di seguire il mio buon senso.

    scrivi
    […]I commenti non servono né per avere un link in più, né per avere visite dagli altri commentatori. Servono per stabilire una relazione con i blogger i cui post commentate. Tenete a mente questo e i vostri commenti saranno sicuramente migliori.

    Sono assolutamente d’accordo con te ma non condivido la tua teoria secondo cui i commenti non servono né per avere un link in più, né per avere visite dagli altri commentatori

    Forse e sottolineo forse, se scrivi su un blog famoso la tua teoria può anche essere corretta, ma se sei un blogger nuovo o comunque sia scrivi su un blog poco conosciuto, credo che i commenti siano lo strumento più adatto per stringere delle relazioni e portare traffico sul tuo blog. Ti dirò di più, penso che una visita proveniente da un commento, sia molto più importante di una proveniente da un motore di ricerca, arrivata sulle mie pagine cercando chissà che cosa, non vede quello che cerca e in un microsecondo è già saltato su un altro link.

    E poi scusa, se lo scopo di un commento non fosse anche quello di avere un riscontro in termini di visite, i 9 suggerimenti che proponi a cosa dovrebbero servire o quale rischio dovrebbero aiutarci ad evitare?

    Non fraintendermi, non sto criticando quello che hai scritto, anzi ho apprezzato molto il tuo post, sono qui solo per confrontarmi.

    Parto dal punto 6 perché è quello che mi ha portato qui ed è proprio l’argomento dell’articolo che ho scritto sul mio blog, se ti fa piacere vai a leggerlo ma rispettando quanto suggerisci al punto 5 non ti segnalo il link anche se sarebbe stato molto più comodo 🙂

    6 Firmare il commento:

    Io sono a favore della firma, non mi disturba l’ho sempre vista nelle mail, nei forum.
    E’ vero, sono già identificabile dal nick, ma la firma chiude il mio commento e sottolinea la mia identità.
    Pensa ad una lettera, il mittente è ben identificabile eppure è prassi usare una firma.
    Senza scomodare la lettera pensa al piede dei siti web … anche in questo caso l’identità è un’informazione ridondante eppure è prassi comune riportare il nome e il link del blog.

    La maggior parte dei blog poi ha l’attributo rel settato su nofollow per cui non sarebbe possibile usare la firma per strappare un link in più.

    1 Commentare per primo, sempre e comunque:
    Concordo con te: se il motivo che ti spinge a commentare è solo l’esser primo probabilmente i tuoi commenti non saranno molto interessanti. Se però riesci sempre a commentare per primo e riesci anche a scrivere dei bei commenti allora sei un grande. Se poi qualcuno pensa che tu voglia disperatamente apparire, penso sia invidia e non è un problema di cui devi preoccuparti (^_^)

    2 Commentare per la prima volta criticando:
    Anche le critiche, se poste in modo educato, possono essere costruttive e creare terreno fertile per una discussione. Ma effettivamente presentarsi con una critica è poco diplomatico (^_^)

    3 Essere in disaccordo per creare interesse:
    Beh, è un po quello che sto facendo io ma lo scopo è creare un confronto, l’interesse è una conseguenza inevitabile 🙂

    4 Usare i commenti per comunicazioni con il blogger:
    Capita spesso nei piccoli blog 🙂 Penso che la colpa sia anche del web master, non è certo il tuo caso, ma in molti siti manca una sezione chi sono e/o contattami oppure non sono immediatamente visibili.

    Non lo considero un peccato mortale ma effettivamente c’è il rischio che le persone iscritte a quella discussione riceveranno il tuo messaggio e lo troveranno noioso.

    5 Infilare un link a un post proprio nel commento:
    E perché no? I link servono proprio a quello e non penso sia un mezzuccio, ritengo sia un ottimo modo per segnalare i propri articoli o le proprie pagine. Naturalmente il link deve avere attinenza con l’argomento trattato dall’articolo che si sta commentando.

    Criticare il blogger senza identificarsi:
    Per chi commenta questo non porta ne vantaggi ne svantaggi visto che i commenti non permettono di identificare nessuno 🙂
    In compenso il proprietario del blog si piglia un’ulcera 🙂

    Commentare senza leggere il post:
    Si possono fare delle gaffe oppure scrivere qualcosa che qualcuno ha già detto, ma a tutto può esserci una giustificazione.
    Magari chi ha scritto era tanto di fretta oppure ha scritto d’impulso subito dopo aver letto il post. Può capitare.

    9 Non rileggere il commento:
    Rileggere, che fatica!
    E’ un ottimo consiglio io spesso dimentico di farlo 🙂

    Spero che qualcuno sia arrivato a leggermi fino in fondo!
    Ciao alla prossima

    Luigi …

  18. Reply
    RSS Week #61: letture per il weekend - Matteo Moro 11/07/2009 at 10:03

    […] 10 errori da evitare quando scrivete un commento […]

  19. Reply
    Ingranaggio 22/11/2009 at 02:24

    Se un post è ben fatto, ben venga un elogio.
    In realtà mi sembrano troppe 10 regole, basta solo un po del vecchio buon senso.

    Effettivamente il punto 8 è molto importante “commentare senza aver letto”, non si può fare figuraccia più grossa.

    In fine il mio Link non lo lascio mai nel comento Punto 5.

    Ciao.

Leave a reply