Piccola guida al blogging in fretta e furia

velocePer i blogger che guadagnano online il motto “il tempo è denaro” è quanto mai pertinente. Per tutti gli altri, il tempo non è mai abbastanza, perché anche se solo un hobby, il blogging richiede molta dedicazione. Eccovi allora una guida per fare più velocemente ciò che dovreste fare più spesso: scrivere.

  • Imparate a scrivere più velocemente:
    Se avete fretta non c’è nulla di meglio di fare le cose che fareste normalmente, però più velocemente di prima. Per imparare a scrivere più velocemente ci sono vari programmi e siti online, anche gratis, che vi possono insegnare, come per esempio il programma TypeFaster Tutor (che supporta anche la tastiera italiana) o il sito typeline.co.uk (grazie a Daily Blog Tips per la segnalazione). Probabilmente all’inizio andrete incluso più lentamente, ma basta prenderci la mano e volerete sulla tastiera.
  • Evitate le distrazioni mentre scrivete:
    Basta chiudere Twitter, Messenger, Facebook, l’e-mail ecc. mentre scrivete ma se proprio non ci riuscite, potete usare il sito StopDistractions. Dategli in pasto i siti a cui volete che sia bloccato l’accesso e il tempo dopo il quale verranno sbloccati. Per esempio, potete bloccare Facebook e Twitter per un’ora e durante quell’ora potrete scrivere il post senza controproduttive interruzioni. Per chi si distrae molto facilmente c’è anche DarkRoom, che è un editor di testi che presenta una schermata interamente nera. Né bottoni, né iconcine, opzioni ecc. Voi, uno schermo nero e i caratteri verdi mano a mano che scrivete.
  • Usate una tastiera convenzionale e un mouse:
    La tastiera del portatile, specialmente se avete le dita grandi, puó risultare un po’ scomoda e indurvi a commettere errori di battitura. Il touchpad invece è invariabilmente più lento del mouse. Collegate al portatile una tastiera convenzionale e un mouse. Forse non potrete stare sdariati sul divano mentre scrivete ma ne guadagnerete sicuramente in velocità. Al lavoro io uso un “replicatore di porte” (chiamato anche docking station); è una base per il portatile con tutte le porte che avrebbe un desktop, dove attaccare tutte le periferiche possibili, nella parte posteriore. Molto comoda per lavorare con monitor grande, tastiera “normale”, mouse, stampante, dischi esterni ecc. senza nemmeno rendersi conto di stare con un portatile. È cara, però.
  • Dettate i post al PC:
    Ci sono dei software che permettono, con l’ausilio di un microfono, dettare i post al PC. Voi parlate e il PC automaticamente scrive. Se siete soliti scrivere i vostri post in forma molto lineare (non è il mio caso, che taglio e cucio i post dopo averli scritti), potete provare ed evitare del tutto la digitazione. I più famosi sono IBM Embedded Viavoice e Nuance Dragon Naturally Speaking. Ci vuole un po’ per allenarli a capirvi, ma sembra che funzionino molto bene. Come avere una segretaria vecchio stampo! Non so se ci sono versioni gratis di programmi come questi, se ne conoscete segnalateli nei commenti.
  • Usate plug-in per i testi ripetuti:
    Se i vostri post hanno parti di testo che sono sempre uguali (capita per esempio nelle serie di post o nei post molto schematici), ci sono due plug-in che vi permettono sostituire a una parola predeterminata una frase più lunga, in modo da risparmiarvi il dover scrivere tutta la frase. Sono Link-a-Dink (che permette anche di sostituire a un parola un link, e quindi diventa prezioso per le affiliazioni) e Shortcut Macros (kudos a Francesco Gavello per la segnalazione).

Quali sono i vostri trucchi per scrivere velocemente? Quante dita usate per digitare? Vi trovereste bene a dettare un post al PC? Conoscete altri software o siti utili per velocizzare la scrittura dei vostri post?

Post parzialmente ispirato da You Got to Learn Touch Typing

9 Comments
  1. Reply
    RedCopy 22/07/2009 at 11:20

    Post molto utile per chi scrive di frequente. Ottimi tips per blogger e copywriter.

  2. Reply
    ilmioguadagno 22/07/2009 at 11:25

    Io non ho trucchi ma semplicemente cerco di ottimizzare al massimo il tempo a mia disposizione.

    Per esempio giro sempre con una penna e un blocco per appuntarmi eventuali idee da sviluppare come articoli durante la giornata.

    Un altro ottimo metodo è quello (come tu stesso hai detto) di tenersi lontani da facebook, msn e compagnia bella.

    Io personalmente ne ho ridotto drasticamente l’uso e i risultati sono stati incredibili: riesco a produrre il doppio dei contenuti nello stesso tempo a disposizione rispetto a pima.

    Un saluto

    Stefano

  3. Reply
    RedCopy 22/07/2009 at 11:53

    Sono d’accordo, girare con penna e blocco, come dici tu, talvolta diventa indispensabile per chi scrive (anche per chi non scrive per professione). Gli spunti e le idee che puoi raccogliere per strada, anche solamente osservando il comportamento della gente, sono interessanti.

    Ti auguro nuove, fruttuose idee!

    Continua così.

    A presto

  4. Reply
    Fabio di Kyweek.com 22/07/2009 at 13:07

    Sono d’accordo per il block notes e la penna, spesso a scrivere su carta i pensieri fluiscono meglio. Facebook, msn, skype e similari di solito li ho sempre aperti ma non mi disturbano molto, molto più la posta.

    Per quanto riguarda la tastiera credo che quella del mio macbook sia superiore a quella di un pc o di un notebook. Da quando ho il mac la mia velocità di scrittura è aumentata molto.

  5. Reply
    Mattia 22/07/2009 at 15:51

    Io sfrutto al massimo il mio Iphone… quando mi viene un’idea o e magari sono in anticipo ad un appuntamento, oppure non ho voglia di accendere il pc… inizio a scrivere una bozza del post sul mio iphone così quando puoi devo pubblicarlo ce l’ho già in digitale…

    il mio più grave difetto… errori di battitura dovuti alla fretta, … social network, meglio stargli alla larga quando si deve produrre e parlo sia da blogger che da studente.

  6. Reply
    Omar Tringali 22/07/2009 at 19:23

    Fabio, è un post corto… però con tantissime risorse utili eh!!
    Grazie mille, una vera e propria piccola mini-guida. Ciao 🙂

  7. Reply
    Fabio 22/07/2009 at 20:56

    @Omar: 600 parole, per i miei standard è medio-lungo. Comunque è una piccola guida, sì.

  8. Ciao Fabio,

    vorrei partecipare con due suggerimenti/integrazioni.

    1) per chi usa Facebook, un metodo divertente per allenarsi a scrivere più in fretta è quello di giocare a “TypingManiac”: l’obiettivo è proprio quello di scrivere in fretta le parole che scendono dall’alto;

    2) ho utilizzato in passato delle versioni base di software di riconoscimento vocale: premetto che parlo di almeno otto anni fa (quando scrivevo la tesi), pertanto la tecnologia avrà fatto passi da gigante, comunque queste sono le mie esperienze:

    – Dragon Speaking è uno dei migliori in assoluto, se non il migliore
    – ci vuole molto tempo per istruire a dovere il computer
    – possono comunque capitare errori
    – tutta la parte di formattazione del testo va comunque gestita manualmente

    Secondo me, per scrivere solo dei post nel blog, non vale la pena usare un software di riconoscimento vocale (a meno che non lo si usi già).

    Per lavori più corposi (un ebook, una tesi, una relazione) può avere invece senso.

    Una raccomandazione: dopo che avete perso 3-4 giorni ad istruire il vostro software di riconoscimento vocale, fatevi subito un backup di quanto registrato!!!

  9. Reply
    Vero Guadagno » Piccola guida al blogging in fretta e furia 14/09/2009 at 00:46

    […] the original here: Piccola guida al blogging in fretta e furia Share and […]

Leave a reply