Guida SEO per blog wordpress. Impara ad ottimizzare wordpress per i motori di ricerca

Spesso in tanti mi chiedete consigli sull’ottimizzazione di un blog wordpress, quindi ho deciso di prendere un ottimo articolo in inglese e tradurlo nel migliore dei modi, in base alla mia esperienza da blogger.

1. Ottimizzare gli aspetti tecnici di base

Aldilà di alcuni dettagli, WordPress è un sistema ottimizzato piuttosto bene, e fa un lavoro di gran lunga migliore rispetto a tanti altri CMS che ho usato. Ma ci sono alcune cose che dovreste fare per rendere molto più facile l’indicizzazione e di conseguenza la visibilità del blog.

1.1. Permalink

La prima cosa da cambiare è la struttura dei permalink.  In WordPress il permalink di default è ? P = <postid>,  Ma preferisco utilizzare / Post-name / o / Categoria / post-nome /. Per la prima opzione, si modifica il “custom” la messa in /%% Postname /:

Per includere la categoria, lo si modifica /% Category% /% postname% /.

1.2. Ottimizza il tuo Titolo SEO

Per impostazione predefinita, il titolo dei post del blog è “Titolo del blog» Blog Archive »titolo del post ricco di parole chiave”.  Per il vostro blog WordPress per ottenere il traffico che si merita, non dovrebbe funzionare cosi’, per due motivi:

  • I motori di ricerca danno più peso alle prime parole, quindi se le parole chiave sono in prossimità della partenza del titolo della pagina è più probabile che ci sia un indicizzazione migliore.
  • La gente quando fa una ricerca vede le parole che sono menzionate per prima . Se le parole chiave sono all’inizio del tuo annuncio c’è maggiore probabilità che tu venga cliccato.

1.3. Ottimizza le tue descrizioni

Dare ad ogni categoria una descrizione decente, e dopo di che,  scrivere una descrizione per ogni post o  pagina che scriverai. La descrizione ha una funzione molto importante: indurre e attirare a fare clic.

descrizioni automatizzate
A mio parere, le descrizioni fatte generare automaticamente non producono tanti risultati, in quanto la maggior parte dei plugin sceglie la prima frase, che potrebbe essere una frase introduttiva o che non ha quasi nulla a che fare con il soggetto, o un’altra frase con una parola chiave, che potrebbe essere completamente sbagliata come descrizione. Pertanto, l’unica descrizione ben scritta è quella scritta una mano.

1.4. Ottimizzare il testo

Un altro metodo  che si può utilizzare per ottimizzare il testo, soprattutto se si utilizza Frontpage è quello di rimuovere il codice in eccesso.

1.5. Image Optimization

Un aspetto spesso trascurato di WordPress SEO è il modo di gestire le immagini.Se si inserisce il tag alt all’interno dell’ immagine, questo crea una spiegazione su cosa tratta quell’immagine e ti permetterà di ottenere un po ‘di traffico extra dai differenti motori di ricerca immagini. Inoltre, si sta dando una mano ai  lettori che saranno in grado di capire a cosa fa rifermento quell’immagine.

Si deve naturalmente scrivere buoni titoli e tag alt per ciascuna immagine, tuttavia, se non hai il tempo per questo, vi è un plugin che ti può aiutare. Il plugin si chiama SEO Friendly Images e ti permette di  aggiungere automaticamente il titolo del post e / o il nome di immagine per l’immagine alt e tag title:

2. Modello di ottimizzazione

2.1. Barra di navigazione

Ti consigliamo di aggiungere la barra di navigazione ai tuoi post e le pagine singole. Pangrattato sono i link, di solito al di sopra del titolo del post, che sembrano “Inizio> Articoli> WordPress SEO“. Essi sono buoni per due cose:

  • Essi consentono agli utenti di navigare con facilità il vostro sito.
  • Essi consentono ai  motori di ricerca di determinare la struttura del tuo sito più facilmente.

Il consiglio è quello di aggiungere la barra di navigazione nella home page. Per funzionare, bisogna modificare i file single.php e page.php nel tema, e usare il plugin breadcrumb.

2.2. Rubriche

Assicurarsi che il titolo del post è un <h1>, e nient’altro. Il nome del tuo blog potrebbe solo essere una <h1> sul frontpage, e sui singoli, post e le pagine di categoria, dovrebbe essere non più di un <h3>.

2.3. Ripulire il codice

Tutto ciò che avete come  javascript e CSS come file di template, potreste collegarli a dei  javascript e file CSS esterni, e mantenere il vostro template pulito. Ciò assicura che i  motori di ricerca non sprechino tempo necessario a scaricare i file.

2.4. Obiettivo velocità

Piu’ pagine ci sono sul blog maggiore sarà il suo carico e quindi minore la velocità di caricamento. Si possono fare due cose per aumentare la velocità del vostro WordPress.

  1. Ottimizzare il  database riducendo al minimo le chiamate.
  2. Installare un plugin di caching. Mi raccomando WP-Super-Cache, c’ è un po ‘di lavoro da impostare, ma dovrebbe rendere il vostro blog un sacco più veloce. ( vi consiglio di leggere anche l’articolo Perché dovreste velocizzare il caricamento del vostro blog (e come farlo facilmente) ).

Inoltre, essere consapevoli del fatto che meno pagate l’hosting e meno veloce sarà il vostro blog. Se davvero si vuole avere successo e velocità di caricamento bisogna comprare un buon pacchetto di hosting. Io consiglio Register

2.5. Ridurre la Sidebar

Avete veramente bisogno di tutti quei link dei vostri amici nel vostro blogroll?Sono correlati alle argomentazioni del vostro blog?  é necessario inserire migliaia di widget? Un unica soluzione, riducete al minimo tutto.

Vuoi continuare a leggere il resto dell’articolo? Abbonati ai feed e rimani aggiornato domani esce la seconda parte dell’articolo.

Parte 2 – Guida SEO per wordpress

Buon guadagno,

Vincenzo Romano

10 Comments
  1. Reply
    Guadagnare Online 13/05/2010 at 16:46

    Informazioni note ai più esperti ma sempre perfette per chi ancora non sa bene come ottimizzare il sito…
    Ma una curiosità… qual’è l’articolo originale (in inglese)? 😉

  2. Reply
    Gio 14/05/2010 at 09:39

    Perché Valerio?! E’ così scontato vi sia un articolo originale da cui si copia il contenuto? Io non uso praticamente mai articoli stranieri da tradurre, preferisco produrre articoli unici per il mio blog…

  3. Reply
    Guadagnare Online 14/05/2010 at 12:20

    Gio non è scontato, ma le prime righe dell’articolo dicono: (cito testualmente)

    “Spesso in tanti mi chiedete consigli sull’ottimizzazione di un blog wordpress, quindi ho deciso di prendere un ottimo articolo in inglese e tradurlo nel migliore dei modi, in base alla mia esperienza da blogger.”

    Prendere un ottimo articolo in inglese 😉

  4. Reply
    Andrepx 15/05/2010 at 13:16

    Ho provato a cambiare i permalink seguendo le indicazioni qui riportate ma, anche se i link seguono il percorso mioblog.it/titolo-post/, cliccando mi da pagina non trovata!!!
    Questo succede sia sui post vecchi che su quelli nuovi (posteriori al cambio dei link e all’inserimento del plugin) qulche idea sul perchè?

  5. Reply
    Vincenzino80 18/05/2010 at 09:31

    @Andrepx: hai provato a vedere se ti modifica il file .htaccess nel momento in cui effettui la modifica?
    Il mio .htaccess si presenta cosi’:

    # BEGIN WordPress

    RewriteEngine On
    RewriteBase /
    RewriteCond %{REQUEST_FILENAME} !-f
    RewriteCond %{REQUEST_FILENAME} !-d
    RewriteRule . /index.php [L]

    # END WordPress

  6. Reply
    Redemption 19/05/2010 at 13:36

    Ciao, ottima guida, ma vorrei sapere come mai consigli di inserire il titolo dei post in h1 invece che in h2.

    Grazie

  7. Reply
    daniele 22/01/2011 at 23:07

    ciao vincenzo,

    volevo chiederti un suggerimento per un hosting buono per wordpress,cosa mi consigli,da chi lo posso acquistare? io li ho sempre acquistati su aruba,se me ne indichi uno buono accetto il consiglio sicuramente.. grazie

    daniele

    • Reply
      Vincenzo Admin 24/01/2011 at 09:18

      @Daniele: Potrai trovare degli ottimi piani hosting ad un prezzo interessantissimo su 😉

  8. Reply
    rossella 03/11/2011 at 23:20

    Ciao Enzo, volevo chiederti un suggerimento, se io non applicassi nessuna tecnica seo, e scrivessi decine e decine articoli google mi indicizzerebbe ugualmente?
    Grazie

    • Reply
      Vincenzo Admin 14/11/2011 at 14:41

      @Rossella: Se si tratta di articoli di qualità, e non scopiazzati, certamente Si.

Leave a reply