Come i link su facebook e twitter influenzano i motori di ricerca

Recentemente ho cercato di  esaminare come Google e Bing utilizzano i link su Twitter e Facebook per il posizionamento organico, a seguito della visione di un video di  Matt Cutts caricato su Webmaster Googles ‘Help Channel.

“Facciamo utilizzare i link Twitter e Facebook nelle classifiche come abbiamo sempre fatto, ma in più stiamo anche cercando di capire un po ‘come valutare la reputazione di un autore o creatore su Twitter o Facebook”, spiega Cutts . “Ho girato un video a maggio 2010 dove ho detto che facebook e twitter sono stati utilizzati come segnali, ma ora, stiamo cercando  in questo dicembre 2010, di valutarli piu’ di semplici segnali”.

Ora, questo non significa che improvvisamente i link Twitter e Facebook  sono il fattore principale che determina la classifica di una determinata ricerca organica, ma per lo meno si capisce che  Google sembra interessarsi a questi fattori.

“Il team di ricerca web sulla qualità, ha un sacco di gruppi diversi, in un sacco di uffici diversi, per cui persone, tra cui il team originale di Ricerca Blog,  hanno lavorato con questo genere di cose come segnale d’interessamento ” spiega Cutts. “Quindi in primo luogo, è stato usato un po ‘più in tempo reale il tipo di ricerca, dove si potrebbero vedere tweets individuali o altri collegamenti che vengono mostrati, in streaming sulla pagina. Stiamo studiando il modo su come utilizzarli un po ‘più ampiamente nelle classifiche web delle nostre ricerche. ”

“Ora, ci sono alcune cose da ricordare”, avverte Cutts. “la numero uno è: se non possiamo eseguire la scansione di una pagina (se non possiamo vedere una pagina), allora non possiamo realmente assegnare PageRank ad esso, e non saremo mai in grado di ottenere i dati. Quindi  se per qualche motivo una pagina non ci permette di eseguire la scansione o se non siamo in grado di ottenere in qualche modo i dati, allora non saremo mai  in grado di utilizzare quel contenuto all’interno della nostra classifica. ”

Questo sembrerebbe significare che i collegamenti all’interno di Facebook, non sono tutti scansionabili, in quanto molti utenti di Facebook, hanno nelle loro impostazioni di regolamento la possibilità di condividere i dati solo con gli amici. Mentre Facebook abbraccia un bacino di utenza molto più vasto di Twitter,le impostazioni in esso contenute ridurrà di molto l’utilizzo di facebook, in termini di link che potenzialmente possono aiutare la classifica all’interno delle ricerche.

“Questo è qualcosa che viene utilizzato relativamente poco per ora, e vedremo quando lo useremo nel tempo a seconda di quanto sia utile “, spiega Cutts. “L’unica cosa che vorrei dire prima di concludere è questa: nel momento in cui vedrete questo video, non significa che dovrete produrre tonnellate di link da questi social, in quanto valgono le stesse regole del PageRank, cioè, che non dipende solo dal numero di link, ma dalla qualità di tali collegamenti, quindi bisognerà valutare da quali persone effettivamente provengono i link e non da soli bot o altri programmi software o cose del genere. ”

Spero di aver fatto cosa utile traducendo il contenuto del video e resto in attesa di commenti per conoscere il vostro parere in merito.

5 Comments
  1. Reply
    websocialmarketing.it 03/01/2011 at 15:30

    molto interessante… secondo me i social media acquisteranno sempre più peso nel posizionamento sui motori di ricerca, e già adesso, almeno i link su twitter se inseriti in “contesti pertinenti” rispetto alla pagina di atterraggio, fanno ottenere discreti benefici nel posizionamento 😉

  2. Reply
    Vincenzo Admin 03/01/2011 at 15:56

    @websocialmarketing: Confermo la tua analisi. Vale piu’ o meno lo stesso discorso dei link contestuali!

  3. Reply
    DreamAngelsNursery 21/01/2011 at 01:48

    Post molto Interessante. Sto valutando anch’io se utilizzare i link di facebook a scopo di migliorare il posizionamento del mio sito,avete notato che funzioni?

  4. Reply
    Vincenzo Admin 21/01/2011 at 09:15

    @DreamAngelsNursery : Ti consiglio di inserire il prima possibile i link per la condivisione su facebook e twiter, in quanto le serp a mio avviso sono già condizionate, da questi fattori.

  5. Reply
    DreamAngelsNursery 25/01/2011 at 22:50

    @grazie del consiglio Vincenzo,proverò a fare un po’ di esperimenti

Leave a reply