Guadagni con Tradedoubler, Zanox, Adsense, ed altri? Sei inserito nel sistema VIES?

Leggendo questo titolo, sono sicuro che starai pensando, Vincenzo è pazzo, cosa ha scritto questa volta….. Ebbene no, non sono un folle, sono solo qui a darvi una dritta sul nuovo sistema per essere autorizzati a effettuare operazioni intracomunitarie (Es. guadagnare online regolarmente con Adsense, Tradedoubler, Zanox e altri).

I contribuenti che intendono effettuare prestazioni di servizi con altri Paesi comunitari dovranno chiedere ed ottenere l’autorizzazione dell’Agenzia delle entrate ed essere inseriti nel Sistema elettronico di scambio dati sull’Iva (Vies).

Questo servizio permettera di capire quali sono le partite Iva dei soggetti nazionali che hanno i requisiti per essere incluse nell'”Archivio dei soggetti autorizzati a effettuare operazioni intracomunitarie”.

Sempre dalla fine di febbraio, concluse le procedure di controllo dei requisiti, l’effettiva consultazione dell’Archivio dei soggetti autorizzati sarà disponibile tramite il servizio Vies o tramite i siti internet della Commissione europea e degli altri Stati membri.

Il regime di autorizzazione riguarda, oltre le cessioni e gli acquisti di beni, solo le prestazioni di servizi generiche di cui all’art. 7 – ter del decreto Iva. Pertanto ove una prestazione fosse rilevante territorialmente in Italia per effetto di un’altra disposizione il regime di autorizzazione non dovrà essere applicato.

Per avere l’autorizzazione è necessario dichiarare la volontà di porre in essere  operazioni intracomunitarie mediante apposita istanza  (ovvero raccomandata come stabilito dal Comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate 16 gennaio 2011) da presentare direttamente ad un ufficio dell’Agenzia delle entrate.

Infine voglio fare una sintesi che chiarisce le tante domande che mi arriveranno:

In sintesi, due dovrebbero essere le categorie di soggetti passivi che, essendo già attivi alla data del 28 febbraio 2011, sono ammessi di diritto, in questa prima fase, all’archivio informatico Vies:

a) soggetti che hanno iniziato l’attività a partire dal 31 maggio 2010 (e fino al 28 febbraio 2011): sono esonerati dall’obbligo di inviare l’istanza all’Agenzia delle Entrate e, quindi ammessi di diritto, i soggetti passivi che hanno manifestato l’intenzione di porre in essere operazioni intracomunitarie in sede di inizio attività (compilando la sezione “I” del modello AA/7 o AA/9), ovvero coloro che, in assenza del predetto adempimento, abbiano effettuato operazioni intracomunitarie nel secondo semestre 2010, e hanno presentato i relativi modelli Intrastat;

b) soggetti che hanno iniziato l’attività prima del 31 maggio 2010: sono ammessi di diritto coloro che hanno presentato gli elenchi Intrastat delle cessioni, prestazioni e acquisti di beni e servizi nel 2009 e 2010, nonché abbiano adempiuto all’obbligo di presentazione della dichiarazione annuale IVA per il 2009.

Hai verificato la presenza della tua partita iva nel sistema VIES ? Attendo commenti in merito!!!

p.s. tramite questo link potrete verificare se siete gia autorizzati ad effettuare operazioni intracomunitarie.

4 Comments
  1. Reply
    Affiliarsi 03/02/2011 at 10:33

    Grazie Vincè per la segnalazione. Però vorrei qualche domanda… ci sono dei vantaggi per noi contribuenti? Se si, quali sono? Altrimenti per chi sono????
    Grazie, ciao.
    Giannicola

  2. Reply
    Vincenzo Admin 03/02/2011 at 11:10

    @Affiliarsi: Grazie a te Gian per il commento. Ma quali vantaggi, è solo un appesantimento della burocrazia nei confronti del povero contribuente. Nei confronti dei soggetti inclusi nell’archivio informatico VIES sono inoltre previste verifiche periodiche sulla base degli stessi criteri di valutazione del rischio previsti per i controlli effettuati nei sei mesi successivi all’istanza di inserimento nell’archivio stesso.

  3. Reply
    nunzio 13/05/2011 at 03:23

    io sinceramente non ho capito veramente un tubo…insomma non ho capito, ma adesso è finita la pacchia quindi siamo ttutti sgamati e chi riceve somme superiore per un anno a 5 mila è fregato oppure non ho capito un tubo?

  4. Reply
    Vincenzo Admin 13/05/2011 at 10:36

    @Nunzio: questo sistema permette di avere l’autorizzazione, per poter operare nei paesi intracomunitari. Naturalmente riguarda, i titolari di partita iva, che non abbino optato per il regime dei contribuenti minimi ( ma anche in questo caso ci sono delle eccezioni ). Il tuo discorso è diverso e meriterebbe un articolo a sè.
    Buon lavoro,
    Vincenzo

Leave a reply