Google Panda: penalizzazioni per chi copia e crea contenuti di bassa qualità

Il web sforna siti e pagine a ritmi enormi, in pochi minuti la rete ingloba milioni di parole, immagini e contenuti più disparati. Google deve dunque far fronte a questa situazione per offrire una ricerca utile e immediata. Con il nuovo Algoritmo Panda dichiara guerra ai webmasters e bloggers che scrivono articoli di bassa qualità e ancor di più a chi crea contenuti duplicati scopiazzando da articoli o pagine altrui o trattando argomenti di cui si è già ampiamente parlato, senza apportare alcun contributo aggiuntivo.
Quindi i primi a subire le conseguenze di questo algoritmo saranno sicuramente i proprietari di aggregatori, che riproducono parzialmente o integralmente i contenuti pubblicati in precedenza da altre fonti.
L’attenzione però è necessaria per tutti: il nuovo algoritmo considera pregi e difetti di tutti i siti e blog, dunque se gli ultimi superano i primi è probabile un declassamento nel ranking.
Chi si spaventa leggendo questo articolo dovrebbe interrogarsi sul lavoro svolto sul web, che grazie a google in questo caso, mostra ancora una volta la sua faccia meritocratica: i contenuti ed i siti migliori escono rafforzati dall’impatto con questo nuovo algoritmo

Prova SEOZoom: per te 15 Giorni Gratis e senza limiti

Coupon SEOZOOM

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply