12 agosto 2011 Google Panda Update è arrivato in Italia

Quale periodo migliore, per Google di lanciare Panda  in Italia : 12 agosto 2011.…che data!

Ma cerchiamo di capire meglio di cosa si tratta e come questo influirà sui nostro blog/siti.

Il Panda Update è un nuovo algoritmo di Google, tra i cui obiettivi per cui è
stato creato (anche se non dichiarato ufficialmente) vi è quello di colpire le cosiddette Content Farm ed i siti con Contenuto Duplicato o con Pubblicità troppo invadenti, ovvero siti giudicati di bassa qualità.

Quali fattori rendono un sito vulnerabile a Panda?

A Google piace mantenere segrete queste cose, ma i due tecnici al centro del Panda Update, Matt Cutts e Amit Singhal, mi hanno dato alcuni indizi forti in una intervista a Wired .

Ecco  una serie di fattori che Google potrebbe essere in grado di misurare per definire un blog/sito di bassa qualità:

• Una elevata % di contenuto duplicato. Ciò potrebbe applicarsi a una pagina,ad una categoria, ad entrambi oppure all’intero sito. 

• Una bassa quantità di contenuti originali su una pagina o su una parte di sito/blog.

• Una elevata % (o numero) di pagine con una bassa quantità di contenuti originali.

• Una elevata quantità di inappropriate query di ricerca che dirigono verso pagine pubblicitarie e non sulle argomentazioni del blog/sito.

• Contenuto della pagina (e il titolo tag pagina) non corrispondenti alla query di ricerca. Es. Scrivo in tag H1 ” Google Panda”, giusto per attrarre traffico e poi all’interno parlo di tutt’altro.

• linguaggio innaturale utilizzato per sovra-ottimizzare la pagina o il blog/sito. Ad esempio un uso eccessivo innaturale di una parola su una pagina.

• Alta frequenza di rimbalzo a pagina o sito/blog.

• Tempi di visita, molto bassi su pagina o un sito/blog.

• Bassa % degli utenti che ritornano sul sito.

•% di clic bassa dalle pagine dei risultati di Google (per pagina o un sito/blog).

• collegamenti di bassa qualità .

• Bassa % di link della pagina/sito/blog provenienti dai social network e da altri siti.

Google ha fatto ben capire che ” i contenuti di bassa qualità anche di una sola parte di un sito/blog può avere un impatto sul posizionamento del sito/blog nel suo complesso“.

Sanzioni che possono essere inflitte

Le possibili sanzioni che possono essere inflitte al tuo sito/blog o anche singola pagina/articolo da Google Panda possono essere suddivise in due macrocategorie:

  • Sanzione Manuale
  • Sanzione Algoritmica

Matt Cuts afferma che se il tuo sito è stato colpito da una sanzione algoritmica bisognerà effettuare delle modifiche del sito e alla prossima scansione si dovrebbe riuscire a risolvere il problema.

Se invece sei stato colpito da una sanzione manuale, è lo stesso Google che ti suggerisce di:

“Se si ritiene di aver subito l’impatto di questo cambiamento è necessario valutare tutti i contenuti del tuo sito e fare del vostro meglio per migliorare la qualità complessiva delle pagine del tuo dominio. Rimuovere le pagine di bassa qualità o spostarle in un dominio diverso, potrebbe aiutare il vostro posizionamento grazie al contenuto di qualità superiore. “

Aggiungiamo altri elementi a queste parole concise ma significative …

  • Trovare le pagine e tipi di pagine più colpita sul tuo sito.
  • Isolare le differenze tra chi è colpito e chi non.
  • Fare un elenco dei diversi tipi di pagine. Ad esempio, forum, articoli di qualità, l’articolo di bassa qualità, categoria di qualità, di prodotto, blog post, ecc.
  • Guardate quanto del vostro sito (% di pagine), è formato da pagine di bassa qualità e cercare di migliorarle.
  • Se si stanno copiando contenuti di altri siti, sostituirli con contenuti di qualità originali o provare a rimuoverne alcuni (o anche tutti)..
  • Modificare le ‘super-ottimizzate’ pagine.
  • Migliorare tutto ciò che potrebbe rendere l’esperienza dell’utente migliore.
  • Offrire agli utenti un qualcosa in più per la prima volta che entrano in una pagina, in modo da stimolarli a ritornare. Ad esempio, immagini, video, testo interessante e pagine che si collegano al meglio tra i vari contenuti editoriali correlati.
  • Promuovere i tuoi contenuti sui social media tra cui Twitter, Facebook e Google+.
  • Creare il tuo brand attraverso il web, ovunque possibile.
  • Se sei sicuro di aver fatto tutte le pulizie necessarie potrai fare la richiesta di riesame per accelerare l’eventuale rimozione della pena inflitta.
Tu cosa ne pensi di Google Panda Update? Stai intervenendo sul blog/sito? Hai subito degli incrementi o decrementi di visite? Fammi sapere la tua esperienza e buon blogging da Vincenzo.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply