I trucchi per scrivere un articolo di successo

Uno dei metodi maggiormente usato dagli scrittori che si cimentano nel mondo dell’informazione è quello di scrivere articoli su internet: su siti web, sui blog, su riviste interattive…
A volte, però, non è sufficiente scrivere un articolo ben scritto e ben dettagliato per ottenere fama e successo nel campo del giornalismo, soprattutto se si è alle prime armi e non si gode di una rilevante fama.
Tuttavia esistono dei trucchi che potrebbero aiutare lo scrittore a fare apprezzare il proprio articolo dagli utenti e aumentare la propria fama.

IL TITOLO 

Trovare un titolo che provochi l’attenzione dei lettori è importantissimo.
Con la scelta del titolo giusto si è già al 50% dell’opera: infatti un lettore che rimane incuriosito dal titolo del testo leggerà sicuramente l’articolo in questione, anche nel caso fosse meno interessante di altri, i quali però non hanno un titolo interessante.
E’ consigliabile scegliere l’articolo usando dei giochi di parole senza però allontanarsi dal reale contenuto del testo perchè è importante anche far capire al lettore quale sia l’argomento di cui si sta parlando.
Se si sta scrivendo una guida, è importante usare titoli del tipo “Come fare per…?”, “Il miglior modo per risolvere…”, “Consigli per….” i quali permettono di presentare il proprio testo come una valida soluzione a cui appellarsi in caso di problemi.

LUNGHEZZA DEL TESTO E PARAGRAFI 

In genere gli utenti online sono persone frettolose che cercano rapidamente una soluzione ai proprio problemi o notizie che soddisfino i propri interessi.
Una articolo breve dà l’impressione di essere poco efficace e dettagliato, ma uno troppo lungo porta l’utente a rivolgersi altrove.
La lunghezza ideale di un testo è all’incirca di 250-300 parole e deve essere suddiviso in paragrafi: in questo modo si riassumerà ulteriormente il testo scritto e il lettore potrà leggere direttamente ciò che gli interessa e sarà stimolato maggiormente a leggere il contenuto.

STILE E KEYWORDS

Nella stesura degli articoli è necessario essere il più sintetici possibile, evitando di scrivere dei discorsi troppo lunghi che potrebbero annoiare il lettore.
Cercare di usare il meno possibile avverbi e termini che potrebbero non essere comprensibili, a meno che non sia richiesto l’uso di termini tecnici (per esempio nel caso si scrivesse per una rivista scientifica).
Anche la tecnica di scrivere le parole-chiave in grassetto può essere un’arma in più per attirare la curiosità dell’interessato.
Sottolineando ed evidenziando queste cosiddette “Keywords”, le probabilità che il proprio articolo compaia fra i risultati di ricerca di un determinato campo (per esempio “notizie mercato”) aumentano e un numero maggiore di persone potrebbero leggerlo.
Inoltre creando dei collegamenti interattivi con altre pagine scritte da noi stessi, si ha la possibilità di consolidare la nostra fama nel mondo del web.
Un ruolo fondamentale lo ha anche la punteggiatura che rende più facile e scorrevole la lettura del testo.

IMMAGINI E DIFFUSIONE DELL’ARTICOLO

Inserire delle immagini legate al testo è un altro metodo efficace per migliorare la qualità dell’articolo. 
L’uso delle immagini è fondamentale soprattutto nel caso si stia scrivendo una guida/tutorial, consentendo un miglioramento della comprensione del lettore.
Una volta terminato l’articolo, non si deve aspettare che siano gli utenti a venire a conoscenza dell’articolo, ma bisogna partecipare attivamente alla sua diffusione, postandolo sui vari social network dove può essere leggibile da molte persone.

1 Comment
  1. Reply
    Lorella 21/06/2012 at 11:30

    Ciao e grazie per questo tuo articoli e per tanti altri che sto leggendo. Mi pare di avere fatto quello che hai consigliato, ma il mio blog non decolla. Ammetto di non dedicargli tempo sufficiente, e già questo costituisce un grosso problema. Ma ho il forte sospetto che sia l’argomento a non attirare l’attenzione. Parlando di Poesia & dintorni non si va molto lontano, purtroppo. Hai qualche consiglio da darmi, con riferimento all’argomento da me trattato? Grazie. Ciao.

Leave a reply