Giorgio Taverniti vs Google: Video della Domenica 25/05/2014

Ancora una volta la nostra scelta per il video domenicale cade sulla rubrica FastForward che Giorgio Taverniti conduce su Youtube ogni Martedì alle 18.

Questa settimana si apre con una notizia che riguarda potenzialmente tutti: La Corte di Giustizia Europea ha infatti emesso una sentenza nella quale si afferma che:

Il gestore di un motore di ricerca su Internet è responsabile del trattamento effettuato dei dati personali che appaiono su pagine web pubblicate da terzi.

Questa sentenza arriva a seguito della segnalazione da parte di un avvocato spagnolo della presenza nelle SERP di Google di un link che portava ad un articolo ritenuto lesivo per la sua vita privata. In risposta Google sta già mettendo a punto uno strumento semplificato per la rimozione dei link. Abbiamo parlato anche noi della Reputazione personale su Google  in un recente articolo e te ne consigliamo la lettura.

Proseguendo Giorgio Tave parla ancora di Google e della sua recente avventura nel mondo dello SPAM che tanto ha combattuto e combatte: per promuovere i suoi servizi a pagamento infatti utilizza anche le risposte automatiche su Twitter, che tecnicamente potrebbe bannare l’account poichè vìola i termini d’utilizzo!

Si continua con le novità in fase di test in America da parte di Facebook, che lancia nuovi servizi per chi organizza e gestisce campagne di marketing sul noto Social. Poi ancora Google, questa volta però per conoscere le novità legate a Places, che è stato maggiormente integrato con Plus, per una corretta e diretta gestione social.

Infine una notizia che lascia quasi attoniti, che palesa il gap tra le nostre infrastrutture informatiche e quelle disponibili in America: Google ha lanciato Fiber, che offre internet ad una velocità di 1 gb/s ad un prezzo di poco superiore ai 50 euro al mese, offrendo comunque internet gratis ad eccezione delle spese di installazione alla velocità di 5 mb/s.

Per approfondire gli argomenti trattati è possibile consultare i link nella descrizione del video su YouTube: Hey Google…vuoi vedere che Twitter ti banna?

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply