Informazioni obbligatorie da inserire per Ecommerce e attività commerciali su internet

Le tematiche riguardanti gli aspetti legali, così come quelle riguardanti gli aspetti fiscali, non devono mai essere tralasciate da chi decide di creare un’attività commerciale su internet o di creare un un negozio online, ossia un sito di ecommerce.

Sebbene vi siano ancora parecchie lacune nell’ordinamento giuridico in mareria di web, alcune leggi ci sono e vanno rispettate, al fine di evitare sanzioni. In molti casi gli imprenditori online non sono a conoscenza di quali siano le informazioni da inserire obbligatoriamente all’interno delle pagine e dei documenti delle proprie attività economiche online. Chiaramente non si parla solo di siti ecommerce, ma di ogni attività che preveda la vendita di beni e/o servizi svolta sul web.

Il Decreto Legislativo n.70 del 9 Aprile 2003 impone regole precise agli imprenditori e ai professionisti che operano sul web, in particolare chiunque operi commercialmente sul web è obbligato a fornire in maniera precisa, dettagliata, costante e permanente numerose informazioni.

Informazioni obbligatorie per tutti i visitatori dell’attività sul web

Le seguenti informazioni devono essere sempre fruibili da chiunque acceda allo shop online o ad altra attività svolta per mezzo telematico, indipendentemente dal fatto che si tratti di persone che porteranno a termine l’acquisto o abbandoneranno il sito senza comprare nulla.

  • Numero della Partita IVA, o Codice Fiscale, se l’attività è soggetta a tassazione.
  • Il numero di iscrizione al REA, o al registro delle imprese.
  • Ragione Sociale, Nome o Denominazione.
  • Sede legale o Domicilio.
  • Contatti rapidi e validi, chiaramente facendo attenzione ad indicareun indirizzo di posta elettronica o PEC che si controlla spesso.
  • Per le attività con licenza, concessione o autorizzazione è d’obbligo inserire le indicazioni per una facile individuazione dell’autorità di vigilanza di riferimento.
  • Se l’oggetto della prestazione è fornito sulla base di un contratto di licenza d’uso si devono indicare le attività consentite al consumatore.
  • I prezzi e le tariffe devono essere indicati in modo chiaro e trasparente, in particolare devono indicare esplicitamente se si tratta di prezzi IVA inclusa o esclusa, se ci sono altre imposte.
  • Specificare chiaramente i costi di consegna ed altri eventuali spese o informazioni rilevanti.

Informazioni da fornire obbligatoriamente prima che l’ordine sia inoltrato dal consumatore

Prima della conclusione del checkout e dunque del processo di vendita e dell’effettivo inoltro dell’ordine da parte del consumatore al titolare dell’attività economica su internet ci sono altre informazioni da fornire obbligatoriamente, ai sensi del D.Lgs. 70/2003:

  • Le varie fasi delle quale si compone il contratto, dall’inizio alla conclusione.
  • Le modalità di archiviazione e di accesso del contratto una volta concluso.
  • Le modalità ed i mezzi a disposizione del consumatore per controllare ed eventualmente correggere errori prima che l’ordine venga inoltrato.
  • Se esistenti, devono essere indicati i codici di condotta e resi fruibili per via telematica.
  • Le lingue nelle quali il contratto può essere visionato, se possibile oltre alla versione italiana.
  • Dovranno inoltre essere indicati gli strumenti di composizione delle controversie.

Le informazioni richieste elencate in questo articolo devono essere inserite per una questione di tutela del consumatore, che deve avere sempre a disposizione il massimo delle informazioni disponibili, per essere sempre a conoscenza dei diritti, degli obblighi, delle spese e dei benefici ai quali va incontro concludendo un contratto commerciale o un acquisto per mezzo telematico.

Per leggere il testo originale ed integrale del D.lsg. 70/2003 è possibile visitare la pagina dedicata sul sito del Parlamento Italiano.

Se hai dubbi o ti va di condividere con noi le tue considerazioni lascia un commento, saremo lieti di parlare degli argomenti trattati con te!

2 Comments
  1. Reply
    Nicola 29/12/2014 at 13:36

    Cosa significa attività con licenza e chi è l’autorità di Vigilanza ? Per le attività con licenza, concessione o autorizzazione è d’obbligo inserire le indicazioni per una facile individuazione dell’autorità di vigilanza di riferimento.

    • Reply
      Elio 29/12/2014 at 17:08

      Ad esempio se ti occupi di scommesse devi avere un’autorizzazione AAMS, devi mettere l’utente nelle condizioni di risalire facilmente al sito di AAMS, all’interno del quale vi sono tutte le autorizzazioni e si può verificare che la tua attività sia in regola.

Leave a reply