Sempre più mobile: ecco come cambia Google – Video della Domenica 17/08/2014

Il video settimanale è il FocusOn di Giorgio Taverniti, che in questo episodio tratta l’argomento proposto da un lettore: mobile e posizionamento geografico. Un argomento molto interessante e sopratutto di estrema attualità: il mobile ha rivoluzionato e sta continuando a rivoluzionare il palcoscenico virtuale.

Oggi siti come Facebook ricevono oltre il 60% delle connessioni da dispositivi quali tablet e smartphone e il trend è destinato ad essere confermato in futuro: un futuro sempre più mobile e meno legato al desktop.

Con questo scenario Google non sta di certo con le mani in mano ed integra nelle pagine di ricerca molte più informazioni, per restituire all’utente risposte già dalla pagina di ricerca, senza che sia necessario cliccare ed entrare su un sito per ottenere le informazioni necessarie. Chiaramente alcuni settori, come ad esempio quello della ristorazione, sono maggiormente interessati: chi cerca un posto per mangiare vorrà trovare ra le prime informazioni sul display il numero di telefono e le indicazioni stradali per raggiungere il ristorante.

Interessanti le osservazioni sugli orari di utilizzo dei diversi device: se in orari lavorativi il computer è molto utilizzato, alla sera le persone preferiscono navigare con il tablet: ogni attività dovrà capire come si comporta il proprio target e ragionare di conseguenza, in particolare se opera su AdWords per promuoversi.

Google quindi estrapola i risultati dai siti internet per poi mostrarli all’interno delle SERP, di fatto determinando un calo di accessi per i siti. In America Google mostra anche menu e prezzi per i ristoranti per offrire risposte immediate.

Per restitire le migliori risposte Google infatti preme per lo sviluppo di standard da utilizzare nello sviluppo web in modo, da poter attingere con ordine ai dati a disposizione sul web.

Buona Visione

Lascia un commento su questo argomento, saremo felici di risponderti!

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply