Come scegliere un servizio di hosting

Quando crei un blog o un sito web, inserisci dei file nella rete: questi file contengono le informazioni che consentono ai tuoi articoli ed alle tue pagine di essere visualizzate su internet. Questi file devono essere salvati su un server, ossia su un computer connesso ad internet nel quale allocare le pagine web perché siano disponibili in rete. Questo servizio si chiama Hosting, ed è l’argomento che approfondiremo in questo articolo: infatti esiste un’offerta molto vasta di servizi di hosting, vedremo come scegliere il servizio che più s avvicina alle esigenze individuali.

Moltissime aziende, in Italia ed all’estero, vendono pacchetti per ogni tipo di tasca e di esigenza di performance: per scegliere la migliore offerta per il servizio di hosting è bene capire quali sono le caratteristiche proposte e soprattutto ciò che serve per non avere problemi con il blog o sito, a seconda del traffico utenti generato e delle risorse impiegate.

Scegliere il migliore hosting: che cosa ti serve?

Pensa al tuo progetto e valuta attentamente tutto ciò che ti può servire: di seguito vedremo alcune caratteristiche dei vari servizi di hosting: capire quali sono ottimali per il tuo sito o blog è fondamentale per scegliere l’hosting migliore per le tue esigenze.

Hosting gratuiti

Molto spesso per il primo progetto sul web si tende a cercare un servizio di hosting gratuito. Tuttavia gli hosting gratuiti hanno numerosi inconvenienti, legati in particolare alla scarsa possibilità di personalizzazione, difficoltà nella monetizzazione, scarsa assistenza e spesso le risorse messe a disposizione sono limitate, determinando problemi di accesso se li tuoi contenuti attirano molti visitatori. Se vuoi soltanto provare per fare pratica utilizza pure i servizi di hosting gratuiti, ma se hai in mente un progetto serio sul web lascia perdere: bastano pochi euro per acquistare uno spazio web anche per i siti o blog più piccoli e senza grandi pretese.

E-mail e servizi correlati

Quasi tutti i provider forniscono servizi di posta insieme all’hosting. In particolare un numero variabile di indirizzi di posta: quanti indirizzi di posta personalizzati ti servono? E quanto spazio per ogni casella? Una volta risposto a queste domande controlla che l’offerta che ti piaceva tanto comprenda tutto ciò di cui hai bisogno. Tra i servizi correlati in particolare potrebbero servirti l’inoltro o il servizio SMTP, utile ad esempio per far funzionare i form di contatto all’intero dei siti o configurare i software per la gestione della posta elettronica.

CMS, PHP, MySQL, Cron Jobs, SSL, ecc:

Se hai intenzione d utilizzare un CMS come WordPress, Joomla o Drupal hai bisogno di un hosting che supporti il PHP e che comprenda database MySql, necessari per il funzionamento di questi sistemi di gestione dei contenuti. Inoltre potresti valutare di scegliere un hosting con l’installazione rapida dei CMS: in un click sei pronto per dedicarti alla personalizzazione del CMS che scegli.

Ci sono servizi opzionali,  che potrebbero servirti a seconda delle tue esigenze: ad esempio se all’interno del tuo sito ci sono applicativi o script che devono essere eseguiti ad intervalli orari dovrai acquistare un hosting con Cron Job. Se invece ti serve una connessione sicura, ad esempio per proteggere i pagamenti di u sito di ecommerce, dovrai assicurarti che l’hosting preveda l’impiego del protocollo di sicurezza SSL. Queste ed altre numerose opzioni si trovano nei piani di hosting più costosi, tuttavia è spesso possibile acquistarli a parte come servizi aggiuntivi da affiancare ad un hosting non troppo caro.

Spazio web, spazio del database e banda

Una delle discriminanti principali tra un buon hosting ed un cattivo servizio è la quantità di risorse messe a disposizione: se il tuo sito è complesso e conta molte pagine avrai bisogno di molto spazio. Allo stesso modo se riesci ad attrarre molti visitatori avrai bisogno di molta banda, affinché supporti le richieste che derivano da tutte le visite che ricevi. Leggi attentamente termini e condizioni del servizio: molte pubblicità promettono tutto illimitato a prezzi vantaggiosi, ma poi si trovano forti restrizioni.

Tipologie di hosting

Per diverse richieste, diversi servizi di hosting: esistono centinaia di diverse offerte che cercano di soddisfare le esigenze più disparate. Per beneficio di sintesi ci limitiamo a riportare una macrodistinzione tra i vari servizi:

  • Condiviso: Si tratta della soluzione più comune: il tuo sito o blog verrà ospitato insieme ad altri siti e blog. Grazie alla condivisione con altri dello stesso server le spese possono essere abbattute e si riescono a comprare spazi web per pochi euro. In questi casi i rischi principali sono due: chi offre il servizio di hosting potrebbe decidere di inserire troppi siti in un solo server, rallentando il funzionamento e dunque il tempo di caricamento delle pagine di siti e blog, il secondo rischio riguarda gli altri ospiti del server: se qualcuno utilizza molte risorse influirà negativamente su tutto il sistema.
  • Dedicato: Quando acquisti un server dedicato, un computer viene destinato esclusivamente al tuo progetto: nessuno potrà utilizzare le tue risorse ed avrai maggiori garanzie di stabilità e velocità. Inoltre questi servizi garantiscono un’assistenza dedicata solitamente molto buona, a seconda del provider.
  • Virtuale: Si tratta della via di mezzo tra i due servizi visti i precedenza: ospitato su un server con altri siti ma con emulatore, ognuno con il proprio sistema operativo.

Come scegliere tra tutte le aziende che offrono servizi di hosting

Una volta capite le differenze tra i diversi piani di hosting è il momento di scegliere, a questo punto la differenza, a parità di prezzo e caratteristiche, può essere determinata dalle informazioni che si trovano su internet. Forum, blog e siti infatti sono fonti inesauribili di informazioni e recensioni su tutti i servizi di hosting: leggere i pareri degli utenti sarà molto utile per prevedere che tipo di servizio si va ad acquistare.

Documentati anche sul supporto: nella gestione di attività sul web è importante avere a che fare con un’assistenza in grado di risolvere tutti i problemi con rapidità, per garantire sempre il corretto funzionamento del tuo blog o sito internet.

Se hai dubbi o ti va di dirci ciò che pensi non esitare e lascia un commento, saremo felici di risponderti.

2 Comments
  1. Reply
    Francesco Margherita 16/09/2014 at 13:00

    Ciao ho trovato molto ben scritta questa guida. Sono passato giusto per lasciare qualche feedback personale. Mi sono trovato molto bene con Misterdomain, anche se molti amici per quest’affermazione mi toglieranno il saluto. Mi piacciono molto anche Bluehost e Godaddy per i servizi legati al server condiviso, mentre per quelli su server dedicato mi sono trovato molto bene con Flamenetworks, che ha un servizio di assistenza davvero funzionale. 🙂

    • Reply
      Elio 16/09/2014 at 14:32

      Ciao Francesco e grazie del tuo contributo! Credo che le esperienze personali siano molto importanti, in particolare quando si parla di hosting condiviso: io ad esempio ho avuto più volte esperienze diverse con le stesse aziende: dipende su che macchina ti mettono e chi sono i “coinquilini”. Di fatto mi sono trovato ad avere siti che filavano ed altri che andavano maluccio pur richiedendo la stessa quantità di risorse anche se per entrambi avevo sottoscritto lo stesso contratto con la stessa azienda!
      Poi ci sono altri fattori oggettivi, come l’assistenza che giustamente citi nella tua esperienza positiva.

Leave a reply