Google introduce l’etichetta Slow per i siti lenti

Da molti anni ormai, Google considera la velocità di risposta e caricamento delle pagine di un sito o blog come fattore determinante anche per il posizionamento. Proprio ad Aprile 2010 infatti venne diffusa la notizia dal Webmaster Central Blog. Un sito lento rende scomoda l’esperienza di navigazione e di conseguenza i risultati delle SERP sono influenzati.

Per questo motivo Google, che mira alla migliore esperienza di navigazione possibile, ha inserito un’etichetta rossa che segnala la lentezza della pagina presente tra i risultati di ricerca, come mostrato nell’immagine in evidenza. Questa segnalazione è mostrata soltanto a chi naviga da mobile e può avere dunque più disagi nel navigare su siti lenti.

Google in questo periodo sta sperimentando molto l’utilizzo delle etichette mostrate accanto ai risultati: non molto tempo fa infatti ha introdotto l’Etichetta Mobile-Friendly.

Dunque, oltre al rischio di essere superati dalla concorrenza per via della velocità come fattore di ranking, c’è il rischio di essere ignorati per via dell’etichetta dagli utenti, se il sito è lento.

Per testare la velocità di un sito o di una pagina web è possibile utilizzare PageSpeed Insights, strumento di Google per controllare velocità ed esperienza di navigazione, sia da desktop che da device mobile. Lo strumento offre un’analisi abbastanza dettagliata, che consente di capire quali sono i punti deboli e perché il sito è lento.

Tags:

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply