Perchè utilizzare Google Plus per il sito o blog

Google Plus è il social network di Google, in continua evoluzione sin dal suo lancio. Sebbene la sua portata sia molto inferiore a quella di altri social come Facebook e Twitter, rimane molto interessante.

Se è vero che gli utenti attivi non sono tantissimi, è anche vero che il dato varia molto in relazione al settore di riferimento, infatti chi svolge un’attività legata ad internet può contare su un ampio bacino di colleghi disponibile su Google Plus.

Ci sono vari motivi per i quali è utile essere presente ed attivo su G+, cerchiamo di analizzarne alcuni, che riguardano principalmente blogger e webmaster: essere su questo social può portare diversi vantaggi organizzativi e pratici.

Hangouts

Il sistema di messaggistica di Google Plus si presta alla perfezione alle video chiamate ed alle videoconferenze. Si tratta di un sistema stabile e semplice da utilizzare, peraltro ottimamente collegato con Youtube, sempre di proprietà di Google, per l’eventuale registrazione.

Questo strumento può essere utilizzato in vari modi: dalle semplici conversazioni con amici e colleghi a conferenze con 10 partecipanti: in questo modo è possibile seguire i clienti ed assisterli, organizzare il lavoro anche a distanza, effettuare colloqui di lavoro e tanto altro. Riesce a sostituire Skype e non ha bisogno di installazioni.

Community

Un grande punto di forza di Google Plus è rappresentato dalle community: luoghi di aggregazione virtuali, che favoriscono e stimolano dibattiti intorno a vari argomenti, provocando di fatto interazioni tra gli utenti e portando a nuove conoscenze.

Le community di Google Plus che riguardano il lavoro online sono davvero tante e sono molto molto attive, anche quelle in lingua italiana.

Sull’argomento ci siamo soffermati nel post dedicato ai pro e contro di gruppi e community nel lavoro. Si tratta sicuramente di posti virtuali nei quali è possibile conoscere novità e persone, che possono davvero arricchire il nostro bagaglio culturale circa un argomento.

SEO e segnali sociali

Argomento al centro di tantissimi dibattiti: i segnali sociali. Si tratta di segnali che Google coglierebbe dalle interazioni sui social e che influenzerebbero il posizionamento tra i risultati organici: in pratica chi è influente sui social migliora il proprio posizionamento su Google.

La questione è assai complessa, tuttavia mi preme ricordare che lo stesso John Mueller di Google durante l’evento SMX, ha risposto che i segnali social esistono a chi ha sollevato la questione.

Tra i social è chiaro che Google privilegi G+, poichè è quello del quale ha tutti i dati precisi e tracciabili, a differenza degli altri social, i cui contenuti sono spesso chiusi al motore di ricerca.

 

Se hai dubbi o ti va di condividere la tua esperienza con Google plus lascia un commento, come sempre saremo felici di risponderti.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply