Marketing: dall’interruzione ad intenzione e coinvolgimento

Internet ha rivoluzionato il modo di pensare e di agire in ogni aspetto della vita umana. Ogni cosa si è adeguata o si sta adeguando, dato il fatto che sempre più persone trascorrono online gran parte del proprio tempo: chiaramente il marketing pubblicitario non può che essere tra le prime cose ad evolversi.

La tecnologia mette al servizio del marketing una miriade di strumenti, ogni giorno più numerosi ed ogni giorno più completi e complessi. I social network e la connettività mobile guidano la pubblicità, che sta sempre più diventando interazione attiva e tentativo di cogliere le intenzioni, perdendo la sua classica caratteristica: l’interruzione.

Grazie a innovazioni e possibilità sempre più ampie di intercettare il proprio target di riferimento, il marketing non ha più bisogno di interrompere le azioni della gente, bensì ha l’occasione  di rivelarsi utile: proponendo una soluzione ad un problema subito dopo che il problema si è presentato.

Prendiamo un esempio concreto: una compagnia aerea vuole fare pubblicità, oggi ha due alternative:

  • Utilizzare i media classici come giornali e TV: io, come molti altri, difficilmente mi concentro su immagini e testi pubblicitari mentre sto leggendo delle notizie, tendo ad evitarli. Allo stesso modo se guardo un film non sono propenso a pianificare un viaggio, quindi non presterò molta attenzione allo spot della compagnia aerea.
  • Nuove forme d marketing: quando decido di pianificare una vacanza, la prima cosa che faccio è cercare su internet volo e sistemazione. Proprio in questo momento la compagnia aerea ha la possibilità di mostrarmi il suo annuncio.

Secondo te, quale strategia risulterà più efficace? A cosa serve comunicare alla massa quando puoi raggiungere esclusivamente il tuo target. La parola d’ordine del marketing digitale volto all’interazione ed al coinvolgimento è proprio target. Vediamo alcuni strumenti di marketing che ci consentono una targettizazione precisa.

SEO: ottimizzazione per i motori di ricerca

Nella caoticissima rete è bene farsi notare. Uno strumento chiave è il posizionamento sui motori di ricerca: non basta avere un sito o una vetrina di altra natura sul web, se nessuno la vede è totalmente inutile. Dunque una volta realizzato il progetto è bene posizionarlo, attraverso contenuti di qualità e strategie coerenti per ottenere link in ingresso e dunque autorità sul web. Se vuoi approfondire l’argomento non perderti la sezione dedicata alle risorse SEO.

Social Media Marketing

I social hanno cambiato gli stili di vita e le abitudini di molte persone, che passano tantissime ore a navigare in queste community. Ecco i due modi più diffusi di sviluppare strategie di marketing tramite social, ossia di condurre campagne di Social Media Marketing (SMM):

  • Pagine Fan, profili, ecc.: I diversi social come Facebook, Twitter, ecc.offrono la possibilità di avere un contatto diretto con l’utente, tramite appositi profili o pagine dedicate alle aziende. Tramite questi strumenti si possono fidelizzare i clienti e trovarne di nuovi.
  • Pubblicità sui social: tramite il proprio profilo e le proprie informazioni, ogni utente dei social network forniscono a questi siti praticamente ogni tipo di informazione riguardo le proprie abitudini, il proprio lavoro, i propri hobby ed ogni altro aspetto della vita privata. Queste informazioni sono preziosissime, poiché delineano il target perfetto. Su Facebook ad esempio, tramite il programma Facebook Ads, è possibile affinare la ricerca in modo tale da intercettare gli utenti che sono interessati o possono interessarsi al prodotto o servizio che vogliamo vendere.

Pubblicità sui motori di ricerca

Come scrivevo all’inizio dell’articolo, se cerco qualcosa lo faccio su internet, in particolare utilizzando Google o gli altri motori di ricerca. Anche i motori di ricerca hanno tantissime informazioni su di noi: le ricerche passate e quelle presenti prima di ogni altra cosa.

Google mette a disposizione un programma per fare marketing, il celebre AdWords ed anche Yahoo e Bing hanno il loro circuito pubblicitario. Sfruttando questo tipo di pubblicità, il Search Engine Advertising o SEA, sarà possibile rispondere con i tuoi prodotti o servizi alle domande che gli utenti fanno ai motori di ricerca: continuando col nostro esempio, la compagnia aerea ha l’opportunità di mostrarmi le sue promozioni proprio mentre io cerco informazioni sui voli su Google, nel pianificare il mio viaggio.

La SEO e il SEA sono spesso indicati insieme, in quanto si tratta di due strumenti complementari per definire una strategia completa, in questo caso l’acronimo utilizzato è SEM, ossia Search Engine Marketing.

Elaborare strategie di marketing complete

Dopo aver letto questa panoramica non ti resta che concentrarti sugli aspetti che abbiamo analizzato, puoi farlo studiando le varie discipline elencate, possibilmente avvalendoti di suite specifiche, come ad esempio SEMrush, un insieme di tool pensati apposta per curare le campagne SEO e SEM.

Se non credi di avere le conoscenze adatte ed il tempo necessario ad apprenderle per dare una spinta alla tua azienda, è meglio che ti affidi ad un professionista: noi siamo a tua disposizione e se vuoi puoi richiedere una consulenza, ti forniremo risposte per le tue campagne di marketing tramite SEO, SEA, SEM e Social Media Marketing.

Se hai domande o considerazioni non esitare a lasciare un commento, come sempre saremo felici di risponderti e dialogare insieme.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply