Risorse bloccate: novità negli strumenti per webmaster

Google indicizza i siti internet grazie a spider che controllano continuamente tutti i siti internet, visitandoli e scansionandoli, cercando di capire come un utente medio visualizza le pagine e come potrebbe essere la sua esperienza di navigazione.

Tramite il file robots.txt è possibile consentire o negare l’accesso al sito e ad alcune pagine o cartelle ai crawler, compreso quello di Google. Quando l’accesso a determinati file non viene permesso possono verificarsi dei problemi con risvolti che possono interessare il posizionamento.

In particolare Google deve poter accedere a quei file che vanno a strutturare la veste grafica di un sito internet, come le immagini, i file CSS ed i JavaScript: un mancato accesso a questi file non gli permetterebbe di visualizzare il sito come viene visualizzato dagli esseri umani, rendendo impossibile l’analisi completa ed una giusta valutazione.

Questo problema affligge moltissimi blogger e webmaster, la maggior parte dei quali è del tutto ignara del problema che ha in casa. Per questo Google ha introdotto una nuova voce all’interno di GWT, gli strumenti per webmaster, tool SEO gratuito e spesso sottovalutato, ma di fondamentale importanza.

Attraverso la nuova voce “Risorse Bloccate“, disponibile dal menu a sinistra di GWT sotto “Indice Google”  è possibile visualizzare quali risorse non sono accessibili al bot.

Le risorse possono essere interne o esterne: nel primo caso, se si tratta di risorse importanti, si potrà facilmente correre ai ripari, nel secondo invece potrebbe essere più complicato, poichè chiaramente non si ha il controllo su risorse provenienti da altri siti.

Quindi, per essere sicuro che il tuo sito venga correttamente visualizzato ed analizzato da Google, verifica subito lo stato tramite il Rapporto sulle risorse bloccate. Se vuoi maggiori informazioni puoi leggere la guida in italiano ai rapporti sulle risorse bloccate o il post in inglese che annuncia la novità sul Webmaster Central Blog, firmato da John Mueller.

Prova SEOZoom: per te 15 Giorni Gratis e senza limiti

Coupon SEOZOOM

Tags:

2 Comments
  1. Reply
    Rosario 10/10/2015 at 16:51

    Grande articolo grazie!!!

  2. Reply
    Rosario 15/10/2015 at 11:35

    Grazie ottimo articolo ho riscontrato questo problema sul mio Blog

Leave a reply