Google: i dati strutturati come fattore di ranking?

Da tempo ormai Google sta lanciando chiari messaggi ai proprietari di blog e siti internet circa l’importanza dei dati strutturati, argomento più volte ripreso tra le pagine di questo sito.

Sin dalla nascita d Schema.org, per volontà dello stesso Google, Bing e Yahoo, viene incentivato l’uso dei markup, che consentono ai motori di ricerca di catalogare meglio i contenuti web e di risparmiare in termini di risorse impiegate.

Già da tempo all’interno del pannello della search console è disponibile un’area apposita, che consente di controllare lo stato dei markup all’interno del sito  e di evidenziare gli stessi dati strutturati tramite un semplice tool.

Sino ad oggi tuttavia i dati strutturati non sono stati considerati da Google e dal suo algoritmo ai fini del posizionamento, tuttora infatti non hanno alcuna influenza diretta sul ranking delle pagine web.

Ma siamo abituati alla continua evoluzione di Google, che adatta sempre il suo algoritmo per restituire all’utente il miglior risultato possibile ed oggi è possibile affermare con una certa sicurezza che presto la presenza di questi dati sarà un fattore di ranking.

A confermare questa tesi anche le parole di Jonh Muller, durante un Hangout Google:

Penso che nel tempo i dati strutturati potranno contribuire a determinare il ranking

Lo stesso Muller fa notare che se un utente cerca informazioni su una Jaguar (automobile) ed un documento web contiene i dati strutturati per l’automobile è molto probabile che il documento stesso sia pertinente e rilevante, aiutando Google a distinguere tra Jaguar casa automobilistica e Jaguar inteso come animale, il giaguaro.

Tuttavia non dimentica di sottolineare come i dati strutturati riguardino l’aspetto tecnico di un sito web e, per quanto l’aspetto tecnico possa essere importante,  i contenuti devono essere rilevanti e pertinenti allo stesso modo, fornendo all’utente le informazioni che cercava.

La notizia ha cominciato subito a fare il giro del web ed è stata riportata anche da due siti- punti di riferimento per chi si occupa di SEO e vuole conoscere le notizie sull’argomento: Serch Engine Land e SEO Roundtable.

Dunque, se oggi i dati strutturati non influiscono direttamente sul posizionamento è possibile che in futuro lo facciano ed in ogni caso anche ora sono molto importanti: se utilizzati appropriatamente infatti possono parecchio migliorare il CTR in SERP, producendo così alla lunga risultati indiretti ed un maggiore numero di visitatori da motore di ricerca.

Ecco la registrazione di quanto detto da Muller:

Se utilizzi WordPress ed hai problemi coi dati strutturati non perdere l’articolo: risolvere errori dati strutturati su WordPress.

Se hai domande o considerazioni non esitare e lascia subito un commento!

Prova SEOZoom: per te 15 Giorni Gratis e senza limiti

Coupon SEOZOOM

Tags:

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply