Pagine per dispositivi mobili accelerate: novità Mobile Google

Google continua la sua campagna per la promozione di un web veloce ed ottimizzato per il mobile. Dopo tanti cambiamenti, come ad esempio le unità pubblicitarie reattive di AdSense e l’introduzione dell’ottimizzazione per il mobile come fattore di ranking, ecco un’altra novità nello stesso campo.

Si tratta del progetto Accelerated Mobile Pages (AMP), Pagine per dispositivi mobili accelerate in italiano, che mira ad ottenere un web sempre più veloce, fatto di articoli e pagine che si caricano letteralmente all’istante.

La scelta della direzione ben precisa non è certo un caso: internet è sempre più mobile, i dati parlano chiaro. Sia le pagine web che le ricerche su Google sono ormai vengono rispettivamente visualizzate e effettuate per la maggior parte da Smartphone o tablet.

Da un lato la voglia di contrastare sin dal principio Facebook Instant, dall’altro l’esigenza di rispondere il prima possibile all’utenza, che navigando da mobile e spesso con connessione dati limitata si trova a soffrire la pesantezza delle pagine, l’inadeguatezza del server e la lentezza nel caricamento dei contenuti web in generale.

Un web più lento significa meno pagine visualizzate e con il crollo delle pageview e della frequenza di rimbalzo, crollano i guadagni dei circuiti come AdSense.

Quella introdotta da questo progetto è una nuova tecnologia, che attualmente viene testata con l’ausilio di 30 partner internazionali, tra i quali figura il quotidiano italiano La Stampa.

Il progetto è open source, la sorgente stessa è già stata resa disponibile su GitHub. L’annuncio ufficiale è stato lanciato sul blog ufficiale di Google il 7 Ottobre 2015: Introducing the Accelerated Mobile Pages Project, for a faster, open mobile web.

Ci sono importantissimi attori che non stanno di certo a guardare:

  • Twitter, già partner di Google, adotta la tecnologia sia per rendere più veloce la piattaforma, sia per garantire rapidità di caricamento dei tweet incorporati.
  • WordPress: già in fase di sviluppo almeno un plugin che dovrebbe consentire ai tantissimi che lo utilizzano come CMS per il proprio sito o blog di integrare la uova tecnologia senza sforzo eccessivo sui siti esistenti.

Non resta che aspettare, per capire l’evoluzione del progetto ed assistere ad una nuova rivoluzione, sempre in ottica user experience. Per il momento è possibile testarla da mobile visitando Accelerated Mobile Pages Preview (ovviamente da mobile).

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply