Facebook cambia l’algoritmo del News Feed per i link esterni

Facebook punta sempre di più a mantenere il pubblico all’interno della piattaforma, limitando il più possibile l’uscita dalla stessa. In tal senso il News Feed non può che essere aggiornato sempre con un occhio di riguardo verso i link esterni.

Allo stesso tempo nel tempo si sono diffuse ed intensificate le tecniche scorrette, o quantomeno fastidiose, di clickbaiting: che consistono nello sparare titoloni o nell’inserire nell’anteprima del link immagini che lasciano intendere chissà che, salvo poi rivelarsi articoletti da due lire con informazioni poco o per nulla interessanti.

Con un solo aggiornamento potrebbe esserci una piccola rivoluzione in tal senso. Come scritto da Moshe Blank e Jie Xusu su Facebook NewsRoom, non sempre le reazioni come il like, il commento o la condivisione sono l’unico indicatore di interesse di un utente riguardo ad un contenuto.

Il nuovo algoritmo terrà in considerazione per i link esterni anche altro, come il tempo di permanenza una volta cliccato sul link, quindi quanto tempo un utente rimane sul sito esterno.

Questo perché se un contenuto è interessante per l’utente, sicuramente verrà letto fino in fondo, mentre un ritorno repentino su Facebook denota poco interesse.

Facebook sfrutta sia i propri prodotti, quindi gli instant articles ed il browser integrato nell’app, ma anche dati come l’arco ti tempo che intercorre tra il click ed il ritorno su Facebook.

L’impatto di questa novità può essere molto diverso, a seconda della pagina e dei link esterni pubblicati, così come chiarito nella nota. Chi pubblica link che suscitano interesse verrà premiato, chi fa clickbaiting con contenuti poveri dovrebbe essere penalizzato con minore visibilità, mentre per la maggior parte delle pagine che si collocano nella media, i cambiamenti potrebbero essere impercettibili.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply