Metriche SEO post-PageRank: Quali sono? Sono Affidabili?

Misurare ed analizzare i dati sono attività fondamentali per chi si occupa di SEO: specie per i progetti più estesi, disporre di punteggi e valutazioni numeriche può davvero aiutare ad avere una visione sintetica ma chiara di ciò che si sta osservando.

In principio c’era il PageRank: un numerino che andava da 0 a 10, un dato ufficiale condiviso da Google stesso, che dava un’importante indicazione sul grado di autorità di un sito, oltre che su quantità e qualità dei backlinks o link in ingresso. Oggi però il PageRank non è più visibile: Google ha deciso di non aggiornare più i dati pubblici e così questo importante metro è venuto meno.

Da quel momento in rete si è scatenata una ricerca per trovare delle metriche SEO sulle quali basare le proprie valutazioni. In questo post vedremo quali sono le principali in uso oggi e soprattutto cercheremo di capire se effettivamente gli si può dare un peso, quanto queste metriche siano effettivamente attendibili.

Le principali metriche SEO

Oggi esistono tantissimi tool, suite e programmi che, ognuno con i propri parametri, assegnano un valore che dovrebbe sostituire il PageRank, ad esempio:

  • Moz, con Domain e Page Authority
  • Majestic con Citation e Trust Flow
  • Ahrefs con il Domain Rank
  • SEOZoom con lo Zoom Rank

Ad oggi le valutazioni alle quali si fa maggiormente riferimento sono quelle fornite da Moz e da Majestic, per questo vale la pena soffermarci e capire di cosa si tratta.

Moz: Domain Authority e Page Authority

DA e PA: domain e page authority, sono probabilmente i parametri più utilizzati: si tratta di valori distribuiti da Moz, che fanno riferimento rispettivamente all’autorità dell’intero dominio e del singolo contenuto.

Il valore va da 0 a 100 e dipende quasi esclusivamente dal numero e dalla qualità dei backlink che un sito web riceve. Per quanto riguarda la qualità dei link in ingresso, Moz assegna poi un valore, lo Spam Score, che indica la presenza di link da siti con poca autorità o da siti spam.

Majestic: Citation Flow e Trust Flow

Majestic utilizza due diversi indicatori: Citation e Trust Flow: il primo tiene in considerazione la quantità di backlink, il secondo invece la qualità, quindi l’autorità dei siti dai quali partono i link e la possibilità che gli stessi link vengano cliccati, ad esempio per il loro posizionamento all’interno del contenuto.

Dal rapporto tra Trust e Citation Flow (dividendo TF per CF) si ottiene il TF/CF Ratio, altra metrica o indicatore utilizzabile:

  • Risultato uguale o inferiore a 0,4: giudizio negativo
  • Risultato tra 0,5 e o,7: nella media
  • Risultato uguale o superiore a 0,8: giudizio positivo

Metriche SEO: sono affidabili?

La prima cosa che voglio fare parlando di affidabilità di queste metriche è citare uno di quelli che considero i Maestri della SEO, Ivano Di Biasi:

Inutile provare a fare calcoli strani, il modo migliore per capire se Google si fidi o meno di un sito web è vedere in quante SERP mette il sito web in prima pagina. Per farlo è ovviamente necessario l’utilizzo di software specifici, farlo a mano è possibile ma richiede giorni di lavoro e tanto tempo da buttar via.

Questo vuol dire che questi indicatori non sono affidabili? Ni!

Di certo non sono accurati quanto un controllo di persona come suggerito da Ivano, tuttavia riconosco che se devi analizzare migliaia di siti o centinaia di competitor, allora possono essere utili, specie se incrociati, per fare una scrematura, una selezione iniziale.

Se però sei interessato ad un dominio per le tue strategie di link building o semplicemente vuoi fare una valutazione quanto più veritiera possibile, fermarti a queste metriche non è la soluzione migliore: è meglio indagare e vedere in SERP quanto Google pensa che quel determinato sito sia affidabile, ossia come lo posiziona sulle key di interesse.

Altra cosa degna di nota: questi indicatori basano quasi tutto sui backlink, mentre Google no. Infatti, anche se ad oggi i link sono fondamentali, imprescindibili, alla base del funzionamento d Google, c’è da dire che i fattori che incidono sul ranking sono diversi e riguardano sia l’off-page che l’on-page.

Se hai considerazioni o domande non esitare e lascia subito un commento: come sempre riceverai presto una risposta.

Prova SEOZoom: per te 15 Giorni Gratis e senza limiti

Coupon SEOZOOM

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply