Come Creare un Blog? Guida all’apertura del tuo Blog

In questo sito sono presenti molti articoli dedicati al guadagno online, alla base dell’idea iniziale, come traspare chiaramente dal nome stesso, c’era la volontà di creare articoli esclusivamente legati alla monetizzazione di un blog. Da quando sono autore e gestore però, ho preferito dare un taglio diverso e completare le informazioni con altri aspetti che ritengo molto interessanti per chi fa blogging ed in generale per chi lavora online. Informazioni che di certo ti torneranno utili se hai deciso di creare un blog.

Sappi innanzitutto che la creazione di un blog corrisponde all’apertura di un mondo: un mondo che quotidianamente attrae molte persone di ogni età, un mondo di possibilità, di cose da sperimentare, di muri su cui occorre sbattere la testa.

Se stai leggendo questo post probabilmente vuoi imparare, da autodidatta, come creare un blog partendo da zero e di seguito troverai delle informazioni proprio in tal senso. In ogni caso, è doveroso fare una premessa, con la quale voglio aiutarti a capire quando è il caso di imparare ogni cosa da 0 e quando invece può essere strategicamente corretto affidarsi ad uno o più professionisti per i vari aspetti che fanno da corollario al blogging:

  • Quando affidarsi ad un professionista: se il blog che vuoi creare è di tipo aziendale o comunque legato alla tua attività, contatta un professionista e serviti del suo supporto, rimani focalizzato sulla tua attività e considera il blog per quello che è: un investimento in un settore in forte espansione da decenni, ossia internet. Come spiego nel post perché per vendere ti serve un blog aziendale, in molti casi per un azienda rispondere alle esigenze ed alle domande dei propri clienti e potenziali clienti è una carta vincente. Tuttavia il blog aziendale non deve essere improvvisato e gestito alla meno peggio. Allo stesso modo, se vuoi creare un blog per diffondere le tue conoscenze negli argomenti sui quali sei più ferrato, potresti pensare di delegare ad un professionista la creazione del blog, occupandoti sin da subito del piano editoriale e della produzione dei contenuti.
  • Quando creare un blog in autonomia: se hai molto tempo a disposizione e soprattutto tanta voglia di imparare, allora puoi scegliere di creare un blog in autonomia, imparando step by step, sperimentando sino a quando non otterrai dei risultati. Se è vero che potenzialmente per aprire un blog e cominciare a pubblicare post ci vogliono solo poche ore, è anche vero che questa è solo un’illusione, poiché se non fai attenzione a tutto quello che c’è intorno all’attività di blogging, non andrai lontano, ed il tuo blog non verrà letto da nessuno. Creare un blog e bloggare con regolarità, guadagnare soldi e visibilità sono cose molto diverse ed è importante che tu lo sappia prima di partire. La nota positiva, da tenere sempre a mente, è che molti blogger e marketer italiani e stranieri, hanno iniziato proprio con l’apertura di un blog, poi il tempo, lo studio ed il duro lavoro gli hanno permesso di allargare gli orizzonti e fare del web la propria fonte di lavoro e guadagno.

Fatta questa doverosa premessa, passiamo all’azione, vedendo nel concreto di cosa c’è bisogno e quali sono gli strumenti per aprire un blog.

Come Aprire un blog?

Oggi hai davvero mille possibilità diverse per aprire un blog, che tu lo faccia per passione, per divertimento o che tu già parta con la volontà di farne il tuo lavoro, guadagnando e lavorando così.

La prima cosa da fare è scegliere se partire senza un euro, aprendo un blog su una delle piattaforme gratuite, oppure investire davvero pochi spicci per avere un progetto più personalizzato e personalizzabile.

Creare blog Gratis

Su internet trovi tantissime piattaforme gratuite che ti consentono di creare un blog da zero e senza alcuna conoscenza in materia di programmazione. Qui elenco e descrivo brevemente i migliori servizi, per stabilità, popolarità e caratteristiche. In comune hanno il fatto che aprendo un blog su una di queste piattaforme, avrai un blog con dominio di terzo livello, per esempio: nomedeltuoblog.nomeservizio.com

Blogger – blogspot

Metto Blogger, la piattaforma di Publishing di Google, come prima voce per un semplice motivo, affettivo: tanti anni fa è proprio così che mi sono avvicinato per la prima volta al mondo del blogging e del lavoro online. La piattaforma ha tutto quello che ti serve per iniziare, è perfettamente integrata con i vari servizi Google, dall’analisi delle visite alla monetizzazione con la pubblicità di AdSense. Alcune personalizzazioni sono possibili, ma si tratta sempre di una piattaforma base.  Per iniziare visita Blogger.com

WordPress.com

Altra piattaforma estremamente conosciuta, simile a blogger ma con peculiarità diverse. Il sistema di pubblicazione è molto intuitivo e dispone di un’ottimizzazione di base per ciò che concerne la pubblicazione e la diffusione degli articoli. Ottimo per prendere mano con WordPress, piattaforma che esiste anche in versione molto più completa e personalizzabile, come vedremo più avanti. Per iniziare visita WordPress.com

Tumblr

Tumblr è una piattaforma di microblogging, molto utilizzata dai più giovani, più adatta a blog personali che ad altro. Il punto di forza è la bacheca, che consente in pochi click di condividere, pensieri, post, immagini, citazioni ed altri tipi di file multimediali. Per iniziare visita Tumblr.com

Altervista

Altervista non è una piattaforma di blogging in senso stretto, ma si presta eccome a diventarlo. Il servizio offerto gratuitamente consiste nel mettere a disposizione il dominio (come negli altri casi di terzo livello e dunque con formato tuonome.altervista.org) e lo spazio web. In pochi click puoi installare un CMS, ossia un sistema per la gestione dei contenuti, e cominciare a bloggare, ma anche a mettere su siti un po’ più complessi. Tra quelle elencante è probabilmente la più utile per cominciare a fare esperienza sul corollario del blogging e dunque sulla gestione di aspetti come estensioni, funzionalità e personalizzazioni un po’ più avanzate. Portai anche guadagnare, dividendo i guadagni con la stessa piattaforma. Per iniziare visita Altervista.org

Creare un blog comprando dominio e hosting

Se vuoi creare un blog con il nome che scegli, del tipo tuoblog.it/com/ecc., allora puoi decidere di investire subito qualche cosa e comprare il tuo hosting, quindi lo spazio web, ed il dominio ad esso collegato. Grazie alle offerte puoi spendere davvero poco, trovi piani a 10 euro, come nel caso di TopHost o a 15 euro, come nel caso di Netsons. Chiaramente la qualità del servizio ed il prezzo sono legate e potrai scegliere in base alle tue esigenze ed al numero di visitatori che leggeranno i tuoi post.

La maggior parte dei servizi di hosting oggi comprendono l’installazione di un CMS come WordPress, che vedremo tra poco, in un click. Il vantaggio di avere un blog self-hosted è quello di avere il pieno controllo e di poter apportare maggiori personalizzazioni, tanto grafiche quanto funzionali.

Creare un blog: WordPress e gli altri CMS

Parlando della creazione di un blog è impossibile non nominare WordPress: come abbiamo visto in precedenza esiste la piattaforma wordpress.com, ma è anche possibile scaricare il CMS e gestirlo in maniera del tutto diversa.

Oggi la maggior parte di siti e blog viene sviluppata con WordPress, grazie alla semplicità di utilizzo, alla fiorente community ed alla grande disponibilità di plugin, estensioni gratuite o a pagamento che ampliano le funzionalità.

WordPress è lo strumento che più di ogni altro ha permesso davvero a chiunque di poter mettere su un sito ed un’attività partendo dal nulla. Per quanto sia semplice da utilizzare nelle sue funzionalità base, per poter sfruttare al meglio il sistema dovrai studiare parecchio o se è il caso rivolgerti ad un programmatore, anche se, se devi solo pubblicare contenuti, hai già tutto ciò che serve.

Esistono altri CMS che fanno lo stesso lavoro, ma onestamente se cominci oggi, ti sconsiglio di lanciarti in qualcosa di diverso da WordPress, almeno se il tuo obiettivo è esclusivamente quello di bloggare, anzi ecco 5 Motivi per Scegliere WordPress per il tuo Blog o Sito.

Conclusioni

Come avrai capito, creare un blog amatoriale può essere una cosa divertente e veloce, ma quando si tratta di voler trasformare il blogging in lavoro è necessario ampliare le basi e le conoscenze, per avere una visione più ampia e costruire un progetto solido. Quando il budget lo consente, investire in competenze di professionisti o in validi corsi è un’ottima idea.

Se ha appena aperto un blog o ti appresti a farlo, non perdere:

Se hai domande non esitare e lascia un commento, se vuoi una mano nella creazione del tuo primo blog o del tuo blog aziendale, chiedimi una consulenza!

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply