Perché AdSense rende meno rispetto al passato?

Google AdSense, a tanti anni dalla sua nascita ed apertura ai publisher, continua oggi ad essere uno dei metodi di monetizzazione per siti e blog maggiormente usato, probabilmente il più usato.

In effetti la semplicità nella configurazione e la qualità degli annunci, nettamente al di sopra della media, rendono il sistema di guadagno di Google molto appetibile.

Tuttavia c’è qualcosa da considerare. Se lavori o comunque guadagni qualcosa online con AdSense da tempo sai bene di cosa sto parlando, mentre se ti affacci oggi o da poco al mondo del guadagno online, ne avrai probabilmente sentito parlare.

AdSense non rende come un tempo: se messi a paragone i dati sono decisamente peggiori: CPM, CPC, RPM: tutto ha subito in media un calo sensibile.

Perchè succede? Come fronteggiare la situazione? AdSense non va più bene? In questo post voglio proprio concentrarmi su questi interrogativi.

Perchè AdSense rende di meno?

Aumento degli spazi pubblicitari

La prima cosa che deve essere considerata ha a che fare con la concorrenza. Rispetto a qualche anno fa infatti, blog e siti si sono moltiplicati: sempre più persone fanno della rete un lavoro ed in particolare creano blog e contenuti di varia natura.

Più blog, più post, significano più spazi pubblicitari utilizzabili. Le regole del mercato sono chiare: dove c’è abbondanza il prezzo scende inevitabilmente.

Diversi mezzi per fare pubblicità online

Altro fattore molto importante, che io reputo determinante, è la presenza di numerosi attori nel palcoscenico dell’advertising online. Se fino a poco tempo fa le alternative ad AdSense erano poche e non sempre affidabili, oggi chi vuole promuovere qualcosa o qualcuno su internet ha vari modi per farlo.

Impossibile non nominare a tal proposito Facebook Ads: la piattaforma pubblicitaria di Facebook che, grazie alla sua precisione nel delineare un target, ha attratto molti investitori, che hanno in molti casi ricollocato il budget pubblicitario, diminuendo l’investimento in pubblicità con Google AdWords, l’altra faccia della medaglia di AdSense.

Abbandonare o mantenere AdSense?

Per quanto a parità di traffico nel più dei casi gli introiti da AdSense siano diminuiti, si tratta di un sistema che produce ancora ottimi risultati.

Di certo oggi questa forma di monetizzazione Pay per Click può non bastare per guadagnare con un blog cifre interesanti. La cosa migliore da fare è differenziare le forme di remunerazione.

Semplicemente, se AdSense non rende secondo le tue aspettative, affianca subito le affiliazioni, cerca contatti diretti con le aziende del tuo settore e cerca di capire se esistono alternative valide.

In alcuni siti non utilizzo proprio adsense, in altri è la principale fonte di guadagno.

Se hai dubbi o vuoi dire la tua lascia un commento, come sempre riceverai risposta nel minor tempo possibile.



We will be happy to hear your thoughts

      Leave a reply